L’insuperabile Maxim Prodan: «Adesso voglio un titolo…»

Il ritorno alla vittoria, dopo il pari con il panamense Manuel Largacha, i prossimi obiettivi come un titolo Intercontinentale o dell’Unione Europea: di questo e molto altro abbiamo parlato con l’imbattuto Maxim Prodan (12-0-1).

Photo Credits: Maurizio Fiorino

PetrosyanMania IV Mondiale

GIORGIO PER IL TITOLO IRIDATO ISKA AFFRONTA NGIMBI

Un Titolo Italiano F1, un Europeo Wku e un Mondiale Iska. Sembra poco, eppure non basta ancora a far capire cosa sarà la PetrosyanMania IV di sabato 14 ottobre a Monza. Al Palazzetto dello Sport (ex Palaiper) della città brianzola nel clou della serata il 5 volte campione del mondo Giorgio Petrosyan combatterà per il suo ennesimo titolo mondiale, per la prima volta in Italia di fronte ai suoi sostenitori.

Giorgio Petrosyan è pronto (p.h. profilo personale Fb)
Giorgio Petrosyan è pronto (p.h. profilo personale Fb)

«Sono pronto» carica il campione italo-armeno.

The Doctor (99-2-2) sfiderà “The African WarrioriChris Ngimbi (45-0-17) per il Titolo Intercontinentale Iska su cinque riprese da tre minuti:

«Cercherò di centrare la centesima vittoria – prosegue -. Sarà un match intenso, conosco il mio avversario: è un attendista che vuole poi piazzare il colpo vincente. Le sue ginocchiate sono molto pericolose».

La serata, dalle 18.45, promette i fuochi d’artificio con 16 combattimenti nazionali ed internazionali. Oltre al mondiale, in palio ci sarà il Titolo Italiano F1 tra Mirko Flumeri (15-2-5), discepolo dei Petrosyan, e Salvatore Castro (11-2-1). Inoltre ci sarà anche la corona europea Wku tra Alex Negrea (10-0-5) ed Armenatzog Antonios (37-0-1), oltre al pass per Bellator Mma tra Iuri Lapicus (8-0-0) ed Ismael Foscarini (0-6). Grande merito dell’organizzazione va ad Armen, fratello minore di Giorgio.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 12 ottobre 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 12 ottobre 2017

Gli altri match di cartello sono:

Federica Sbaraglia vs Martine Michieletto
Giovanni Spanu vs Marco Ronchetti.
Mustapha Haida vs Teo Mikelic
Mirko Flumeri vs Salvatore Castro
Fabrizio Ruggiero, all’esordio tra i pro, affronta il francese Damien

Ticket su www.clappit.com

Da sinistra Giorgio, Lorenzo Pardini e Armen Petrosyan (p.h. lorenzopardini.it)
Da sinistra Giorgio, Lorenzo Pardini ed Armen Petrosyan (p.h. lorenzopardini.it)

Photo Credits: Profilo personale Fb Giorgio Petrosyan

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow

Giorgio per il Titolo Mondiale W5

Il libro “Con le mie Mani”

Lo spettacolo della Deejay Ten

Sembra ieri ma sono già passati 12 anni da quando la Deejay Ten è diventata un evento che va oltre il mondo del running: nata e ideata dal direttore di Radio Deejay, Linus, nel 2005 per festeggiare il proprio compleanno, organizzando una corsa di 10 km sul percorso che abitualmente sceglieva per allenarsi in zona San Siro. Lo scorso anno ha raccolto oltre 30.000 partecipanti, mentre quest’anno ha raggiunto il sold out con ben 35mila partecipanti. Numeri che fanno capire il successo del prodotto creato da Linus. L’appuntamento è per domenica 8 ottobre con lo start da piazza Duomo: alle 10 prenderà il via la tredicesima edizione della Deejay Ten milanese, che prevede due opzioni.

Il percorso da 10 km
Il percorso da 10 km (p.h. ufficio stampa)

La prima, la corsa non competitiva di 10 chilometri, prenderà il via da piazza Duomo (lato Galleria Vittorio Emanuele), mentre l’arrivo sarà in via Elvezia di fronte all’Arena Civica Gianni Brera. La gara toccherà i luoghi simbolo di Milano come il quadrilatero della Moda, Viale Alemagna con la Triennale e City Life La seconda, quella da 5 chilometri, chiamata anche Deejay Five ed indicata per i meno allenati, partirà sempre da Piazza Duomo ma l’arrivo sarà all’Arco della Pace, in zona piazza Sempione. La corsa meneghina, oltre ad essere diventata un appuntamento imperdibile nella città della Madonnina, nel corso delle edizioni si è trasformata in un tour a tappe con le città di Firenze e Bari. Inoltre quest’anno è sbarcata anche a Roma, dove si correrà il prossimo 19 novembre.

Quest'anno sold out con 35 mila persone (p.h. ufficio stampa)
Quest’anno sold out con ben 35 mila persone (p.h. ufficio stampa)

Già dal pomeriggio di venerdì 6 ottobre sarà operativo (fino alle 19.00) il Deejay Village in piazza del Cannone, in zona Castello, dove i concorrenti potranno ritirare il pettorale e dove ci sarà l’animazione con tutte le voci della radio diretta da Linus come il Trio Medusa, Pina e Diego, Andrea, Michele e Nicola Savino. Lo spettacolo del Village continuerà sabato 7 ottobre, dalle 9.00 alle 20.00, e domenica 8 ottobre dalle 7.00 alle 13.00 (il ritiro del pettorale sarà fino alle 9.00). Inoltre, per chi si è iscritto fino al 31 agosto, avrà in regalo una pettorina con il proprio nome.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 6 ottobre 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 6 ottobre 2017

Photo Credits: ufficio stampa Deejay Ten

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow

Boxe, Tomorrow’s Champions Il futuro al Principe di Milano

Il meglio della boxe meneghina combatte sabato 7 ottobre al Teatro Principe: sulla bomboniera di viale Bligny 52 torna il pugilato con “Tomorrow’s Champions”. La ventesima manifestazione pugilistica organizzata da Alessandro Cherchi vuole dare la possibilità di crescere agonisticamente ai giovani pugili del territorio milanese. Nel clou tornerà in azione l’imbattuto artista del knock out italo-ucraino Maxim Prodan (10 vittorie, tutte prima del limite, e 1 pari) che ha sempre combattuto al teatro di viale Bligny 52 diventando un idolo del pubblico: qui sul ring affronterà il serbo Sasa Janic (7-16) sulla distanza delle 8 riprese.

«In due anni e mezzo di attività, la Principe Boxing Events ha trasformato il teatro Principe – sottolinea Cherchi – nella versione milanese del B.B. King Blues Bar and Grill di New York, un locale dalla capienza simile che è diventato sede di manifestazioni pugilistiche con i migliori talenti della piazza newyorkese: qui hanno la possibilità di fare esperienza contro avversari di pari livello. Organizzando diciannove manifestazioni in un periodo relativamente breve, abbiamo ridato vita alla boxe milanese, abbiamo permesso ai migliori talenti di Milano e dintorni di fare esperienza ed il pubblico ci ha seguito riempiendo sempre il teatro Principe e facendo registrare spesso il tutto esaurito».

Oltre a Prodan, combatteranno i pesi superleggeri Donatello Perrulli (1-0) contro Lorenzo Calì (6 sconfitte e 2 pareggi), i pesi leggeri Alex D’Amato (3-2) opposto ad Osvaldo Gagliardi (1-2-2) e i pesi superwelter Samuel Nmomah (3-0) che sfiderà Predrag Cvetkovic (3-7) e Nicholas Esposito (4-0) il serbo Sladjan Dragisic (3-6).

«Il pugilato è il mio lavoro dallo scorso dicembre. Prima lavoravo con mio padre come imbianchino. Al teatro Principe sarò al top: è un posto fantastico perché si sente il calore del pubblico».

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 6 ottobre 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 6 ottobre 2017

Dopo gli incontri, ci sarà la festa di Playboy Italia che inizierà alle 23.30. La manifestazione inizierà alle 19 ed i biglietti sono disponibili presso la Opi Gym di Porta Romana o sul sito www.opisince82.com.

Photo Credits: Lorenza Cerbini

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow

Gianmarco Pajni sugli scudi, Argento agli Europei Open

La prima medaglia agli Europei Open è come il primo bacio: non si scorda mai.

«Sono felicissimo» commenta Gianmarco Pajni.

E non potrebbe essere altrimenti. Il 21enne di San Donato Milanese, nella competizione continentale di Fischlham, in Austria, ha ottenuto un argento in combinata con 2574,30 punti, disciplina che riunisce i risultati di salto, slalom e figure. Meglio ha fatto solo Adam Sedlmajer, oro della Repubblica Ceca in 2610,66 punti:

Gianmarco Pajni ha ottenuto l'argento in combinata (Photo credits Andrea Gilardi)
Gianmarco Pajni ha ottenuto l’argento in combinata (Photo credits Andrea Gilardi)

«Sono contento – prosegue – perché quest’anno non ero ancora riuscito ad ottenere una medaglia in combinata. La prima di settembre, infatti, invece di andare ai Mondiali Open di Parigi sono rimasto a casa allenarmi ulteriormente e così sono arrivato qui a Fischlham pronto. Dedico questo risultato ai miei tecnici Ricky Casilli e Claudio Benatti».

Il classe ’96 di San Donato ai Mondiali ed Europei di categoria aveva ottenuto anche un medaglia nelle figure, il suo cavallo di battaglia, rispettivamente bronzo ed argento, ma in Austria Gianmarco non è riuscito a salire sul podio in questa gara:

Gianmarco Pajni ai Mondiali under 21 ha ottenuto un bronzo (p.h. Andrea Gilardi)
Gianmarco Pajni ai Mondiali under 21 ha ottenuto un bronzo (p.h. Andrea Gilardi)

«E’ un vero peccato. In eliminatoria ero andato bene, ma in finale non sono riuscito a completare il passaggio perché sapevo che dovevo dare il massimo con tricks difficili per alzare il punteggio finale».

Oltre all’argento in combinata, il fuoriclasse di San Donato Milanese con l’Italia si è messo al collo un bronzo di squadra (7662,78): qui ha dominato la Bielorussa con 8453,37 punti davanti alla Francia (8383,08). Adesso il fuoriclasse meneghino si concentrerà sullo studio perché sta finendo il secondo anno di ingegneria dell’automazione al Politecnico di Milano:

Gianmarco Pajni in azione (Andrea Gilardi)
Gianmarco Pajni in azione (Andrea Gilardi)

«La stagione agonistica è finita e ora devo mettermi in pari con gli esami. Continuerò, comunque, ad allenarmi perché nel 2018 passerò di categoria e diventerò un open a tutti gli effetti».

Photo Credits: Andrea Gilardi

Pallanuoto, a Busto Arsizio lo spettacolo della Len Euro Cup

E’ l’ora della verità per Busto Arsizio. Inizierà mercoledì 27 settembre l’avventura nel primo girone di Len Euro Cup per la Bpm Sport Management che sarà padrona di casa alle Piscine Manara per il via stagionale della seconda coppa europea, una manifestazione che nella passata stagione si chiuse a livello di semifinale per il sette di mister Marco “Gu” Baldineti. Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e gli olandesi dello ZPC Amerstoort.

La squadra per la stagione 2017-18 (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)
La squadra per la stagione 2017-18 (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)

Proprio contro la formazione dei Paesi Bassi inizierà l’avventura della Sport Management che nel primo giorno di gara (27 settembre) sarà in vasca alle ore 20.30 per il match che vedrà Valentino Gallo e compagni. L’avventura di Len Euro Cup dei bustocchi proseguirà giovedì 28 settembre, quando i mastini saranno chiamati al doppio impegno: alle ore 12.30 la sfida contro i francesi del Pays D’Aix Natation mentre alle ore 20.30 la seconda gara giornaliera con il match contro i croati dello Jadran Split. Venerdì 29 settembre per la BPM Sport Management la sfida sarà quella delle ore 20.30 contro i tedeschi dell’OSC Postdam mentre il giorno successivo il match, sempre fissato alle ore 20.30, contro gli ungheresi dello FTC Budapest campioni in carica. Domenica 1 ottobre il gran finale, con le calottine bustocche che chiuderanno il girone di Len Euro Cup nella gara delle ore 12.30 contro i francesi del Montpellier.

Il tecnico Marco "Gu" Baldineti (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)
Il tecnico Marco “Gu” Baldineti (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)

«Sicuramente sarà un primo girone di Len Euro Cup molto interessante – conclude il tecnico Marco Baldineti – anche perché arriveranno a Busto Arsizio tante squadre di grande qualità. Una delle più difficili da affrontare saranno gli ungheresi dello FTC Budapest perché sono i campioni in carica e perché durante l’estate hanno ulteriormente migliorato la squadra prendendo altri campioni e fin da ora si candidano a vincere il loro campionato nazionale. Per quello che riguarda il girone penso che oltre allo FTC Budapest dovremo fare attenzione anche ai croati dello Jadran Split e saranno loro le nostre principali rivali mentre penso che le altre partecipanti partiranno un gradino dietro. Il nostro obiettivo dovrà essere di passare il turno».

Photo Credits: ufficio stampa Bpm Sport Management.

 

PetrosyanMania Mondiale Giorgio per il titolo iridato

I fratelli Petrosyan, Giorgio ed Armen, in esclusiva parlano di PetrosyanMania 4, dove a Monza il cinque volte campione del mondo “The Doctor” Giorgio Petrosyan combatterà per la prima volta un titolo iridato in Italia. N.B. il 29 agosto è stato annunciato come avversario di Giorgio Chris Ngimbi perché Jonay Risco dovrà essere operato. Inoltre si è parlato di Oktagon Firenze del 9 dicembre e di tanto altro ancora.

Le precedenti video-interviste:

Giorgio Petrosyan per il Titolo mondiale W5

Armen Petrosyan benedice la PetrosyanMania 4

Photo Credits immagine in evidenza: Wagner Mela.

Wakeboard, Italia sul tetto d’Europa col cuore lombardo

Un’onda azzurra lascia il suo segno indelebile a Riga: in Lettonia, ai Campionati Europei di wakeboard, una disciplina acquatica che nasce dalla «fusione» dello sci nautico e dello snowboard, l’Italia conquista per la settima volta la medaglia d’oro a squadre con 700 punti davanti a Francia (504) e Russia (410). Un’egemonia arrivata anche grazie ai lombardi in gara: sugli scudi il milanese Lorenzo Soprani e la lecchese Alizee Piana vincitori, rispettivamente, nella junior men e nelle girls.

Lorenzo Soprani è in Florida per motivi di studi (p.h. Ufficio stampa Fisw)
Lorenzo Soprani ha vinto negli junior men (p.h. Andrea Gilardi)

«Sono molto contento della mia prestazione – commenta -. Me lo aspettavo perchè mi stavo allenando davvero tanto e sono arrivato preparato. Adesso tornerò a Winter Park, negli Stati Uniti, per l’ultimo anno di liceo e cercherò di allenarmi sempre al massimo» .

Argento, invece, per i lariani Igor Colombo, nei boys, Julia Molinari nelle junior women e Massimiliano Piffaretti, campione del mondo in carica, negli open men, oltre alla meneghina Alice Virag nelle open women.

Massi ha vinto la Super Final (p.h. ufficio stampa Fisw)
Massi ha vinto la Super Final (p.h. ufficio stampa Fisw)

«Sono felicissimo per aver vinto la Super Final e di com’è andato questo Europeo – dichiara Massimiliano Piffaretti -. La squadra è stata bravissima e tutti hanno spaccato. Peccato che in finale sono caduto e mi sono così giocato l’oro» .

Amaro in bocca per la milanese Chiara Virag e il canturino Nicolò Caimi, entrambi quarti. Infine nella Super Final, una gara cash price, negli uomini vittoria per Massimiliano Piffaretti, mentre nella donne seconda e terza piazza rispettivamente per le gemelle Alice e Chiara Virag. Restano da disputare i Campionati Mondiali, che sono slittati all’inizio dell’anno prossimo, location ancora da definire: Colombia o Messico:

La nazionale azzurra a Riga (p.h. ufficio stampa Fisw)
La nazionale azzurra a Riga (p.h. ufficio stampa Fisw)

«Dovremo allenarci molto intensamente per confermare l’oro di squadra» conclude il ct Pigi Pierluigi Mazzia.

La Gazzetta dello Sport, edizione Milano & Lombardia del 23 agosto 2017
L’articolo uscito sulla Gazzetta dello Sport, edizione Milano & Lombardia del 23 agosto 2017

Photo Credits: immagine in evidenza Andrea Gilardi 

Wakeboard, lombardi pronti a stupire all’Europeo di Riga 2017

Wakeboarders lombardi in rampa di lancio: partiranno lunedì 14 agosto ( e si concluderanno sabato 19 agosto) i campionati Europei di Riga di wakeboard, una disciplina acquatica che nasce dalla «fusione» dello sci nautico e dello snowboard. Tra gli azzurri, in Lettonia, sui quindici rider convocati ci saranno ben nove lombardi : su tutti il campione del mondo in carica Massimiliano Piffaretti. Il classe’95 di Sala Comacina arriverà sabato 12 agosto a Riga direttamente dagli Usa. Quest’ultimo è salito sugli scudi a fine luglio nel contest di Smithville, Tennessee negli Stati Uniti, dove ha sfidato alcuni tra i più forti rider del wakeboard internazionale, vincendo la terza posizione, superato soltanto da JD Webb, primo, e Tony Carrol, secondo:

Massimiliano Piffaretti è il campione del mondo in carica (p.h. Ufficio stampa FISW)
Massimiliano Piffaretti è il campione del mondo in carica (p.h. Andrea Gilardi)

«Massimiliano è un campione  e lo sta dimostrando con i suoi risultati – commenta il commissario tecnico Pierluigi Mazzia-. Agli Europei, ma soprattutto ai Mondiali, dovrà far vedere il suo valore se vuole riconfermare la medaglia d’oro di due anni fa».

In grande spolvero anche il milanese Lorenzo Soprani: il rider meneghino, classe 1999,  trapiantato in Florida per motivi di studio ha conquistato il terzo posto nella categoria Junior dei Campionati Nazionali organizzati dalla WWA   (World Wakeboard Association) a Acworth, in Georgia (USA), dal 3 al 6 agosto scorso:

Lorenzo Soprani è in Florida per motivi di studi (p.h. Ufficio stampa Fisw)
Lorenzo Soprani è in Florida per motivi di studi (p.h. Andrea Gilardi)

«Lorenzo Sta facendo una grandissima esperienza in America sottolinea Mazzia – e i frutti si stanno vedendo».

Oltre a loro due, a Riga, ci saranno anche le gemelle milanese Alice e Chiara Virag e i lariani Igor Colombo, Nicolò CaimiJulia Molinari, Mattias Scorti e Alizee Piana. L‘imperativo per gli azzurri sarà di difendere l’oro a squadre che detengono ininterrottamente dal 2010 (solo nel 2012 c’è stata una battuta d’arresto con l’argento).

L'articolo uscito sulla Gazzetta dello Sport, edizione Milano & Lombardia del 14 agosto 2017
L’articolo uscito sulla Gazzetta dello Sport, edizione Milano & Lombardia del 14 agosto 2017

Il link per vedere i risultati:

http://www.iwwfed-ea.org/boatwake/competitions/2017

Photo Credits immagine in evidenza: Andrea Gilardi

Boxe, il maestro Biagio Zurlo: «Fragomeni un campione unico»

Alla Kick and Punch dello scorso 24 giugno al Teatro Nuovo abbiamo sentito Biagio Zurlo, il maestro di Giacobbe Fragomeni: lo stato di forma dell’ex campione del mondo dei pesi massimi leggeri Wbc, i prossimi incontri e su molto altro Zurlo ha detto la sua…

Photo Credits immagine in evidenza: Lorenza Cerbini