Julia Molinari, classe 2002 di Lezzeno, vincitrice dell'argento nella categoria Girls

ItalComo campione d’Europa Julia Molinari è argento

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram
La nazionale italiana vincitrice della medaglia d'oro per squadre
La nazionale italiana vincitrice della medaglia d’oro per squadre

La prima medaglia agli Europei è come il primo bacio: non si scorda mai.

«Una gioia incontenibile, sono felicissima».

Non potrebbe essere altrimenti: Julia Molinari (immagine in evidenza di Andrea Gilardi) è la vice campionessa continentale nel wakeboard, nella categoria Girls (atleti under 14). Solo la compagna di nazionale, e amica del cuore, Claudia Pagnini, ha fatto meglio della classe 2002 di Lezzeno:

«Questa medaglia è straordinaria – prosegue -. Dopo la tappa dei campionati italiani di categoria, nell’ultimo mese mi sono allenata molto poco. Non ero in forma, ma la gara mi ha completamente trasformato: ho tirato fuori il meglio di me e alla fine sono salita sul podio».

A Maurik, nei Paesi Bassi, Julia ha anche sfiorato l’oro:

«Claudia si è meritata la vittoria – sottolinea -, ma è stato un bel testa a testa. Ho sbagliato alcune cose nella mia run, ma alla fine va bene così».

L’argento della campionessa lariana ha dato un contributo fondamentale per il successo della medaglia a squadre dell’Italia, dove per il quarto anno consecutivo gli azzurri sono saliti sul tetto d’Europa. Una vittoria conquistata anche grazie ai lariani Nicolò Caimi (quarto negli Open Men), Giorgia Gregorio (sesta nelle Open Women), Lorenzo Montes (settimo nei Junior Men) e Igor Colombo (settimo nei Boys), oltre all’oro e argento delle gemelle Virag e il successo di Lorenzo Soprani (milanesi, ma si allenano tutti sul Lago di Como ndr).

«Ancora una volta l’Italia è riuscita a dire la sua – commenta il ct Buby Caimi -. Nicolò è stato molto bravo. All’esordio nella categoria open è riuscito a competere contro i migliori wakeboardes del vecchio continente. Deve continuare così e le soddisfazioni non tarderanno ad arrivare. Giorgia, invece,  ha sbagliato la sua run, facendo una gara sottotono e sotto i suoi livelli. Infine Lorenzo e Igor pagano lo scotto dell’esperienza, oltre che dell’età. Nonostante questo, sono sicuro che con il tempo si rifanno».

La stagione promette ancora i fuochi d’artificio perché dopo le finali dei campionati Italiani di Categoria e Assoluti, oltre alle tappe conclusive del Tour del Lario di settembre, a fine ottobre ci saranno i Mondiali di Cancun, in Messico:

«Non dobbiamo abbassare la guardia – conclude Caimi -. I Mondiali saranno molto duri e per questo dovremo arrivarci preparati. Americani, australiani, ma anche giapponesi e coreani sono molto forti e agguerriti. Noi, comunque, non abbiamo timori reverenziali e daremo il massimo in acqua».

Photo credits Andrea Gilardi 

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *