Nicolò Caimi adesso vive e si allena negli Usa  (foto di Andrea Gilardi)

Lezzeno, festa del wakeboard Buby Caimi: “Che Spettacolo”

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram
Giorgia Gregorio in azione (foto di Andrea Gilardi)
Giorgia Gregorio in azione (foto di Andrea Gilardi)

SUL LAGO DI COMO LA TAPPA FINALE DEL TOUR DEL LARIO 

E’ stata una festa unica, dall’inizio alla fine. Una giornata così Lezzeno non l’aveva mai vissuta. Sabato, infatti, per la tappa finale del Tour del Lario 2015, organizzata dal Jolly Racing Club, i tanti spettatori e curiosi presenti sul Lago di Como hanno fatto il tifo per i settanta riders in gara nel wakeboard, una disciplina acquatica che nasce dalla «fusione» dello sci nautico e dello snowboard.

Ancora una volta gli atleti di casa hanno rubato la scena: Nicolò Caimi vincitore assoluto nei Pro Men, Giorgia Gregorio nelle Pro Ladies e Igor Colombo negli Open.

«E’ stato uno spettacolo – commenta il ct della nazionale  Buby Caimi -. I ragazzi si sono esibiti per provare le rispettive run in vista del finale di stagione. A fine mese, infatti, ci saranno i campionati italiani Assoluti, mentre ad ottobre i Mondiali e per questo non possiamo ancora rilassarci».

Nicolò e Giorgia sono apparsi in grande spolvero:

«Prima del Tour del Lario li ho visti stanchi perché stiamo vivendo una stagione molto intensa, ma stanno ricaricando le batterie per i Mondiali. Anche Igor ha girato molto bene e ha delle ottime potenzialità. Deve solo fare esperienza e sono sicuro che in futuro potrà fare grandi cose».

Nicolò Caimi bissa il successo dello scorso anno:

«Sono molto contento – commenta il 19enne canturino – perché nonostante i dolori al ginocchio sinistro con cui ho convissuto,  alla fine, sono riuscito a girare negli appuntamenti importanti come Europei, Giochi del Mediterraneo a Pescara e Tour del Lario».

Sugli scudi anche Giorgia Gregorio:

«Felice di questo titolo – dichiara la stella di Lezzeno -. Avere come avversarie le gemelle Virag mi ha molto stimolato ad andare forte. La mia run per i Mondiali è questa e devo solo pensare ad affinarla».

Il Tour del Lario ha dato prova ancora una volta che ormai il wakeboard è entrato nel cuore dei lariani:

«Non ho mai visto così tanta gente – sottolinea Buby Caimi -. E’ una disciplina che sta dilagando tanto tra i giovani, ma non mancano anche gli adulti in acqua».

E’ stata una festa unica perché oltre alle gare, la sera si è vissuto il revival della grande vittoria di Stefano “Ceccio” Gregorio ai Mondiali del 1995, con molti protagonisti di quell’impresa, al vice campione del mondo e campione europeo Carla Cassa a David Conti e Luca Di Lelio. Nel gruppo degli inglesi non è mancato Steve Moore, iridato l’anno precedente di Stefano Gregorio.

Photo Credits Andrea Gilardi

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *