Ingresso Seamen - sito

I Seamen e la Champions

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

SARANNO I VUKOVI BELGRADO E I WOLVES BUDAPEST GLI AVVERSARI NEL PRIMO TURNO. 

Partiamo da un fatto: i valori sulla carta non sempre corrispondono alla realtà, ma, alla vigilia, in casa Seamen Milano si sperava in un sorteggio più soft per la Champions League 2016.

I Seamen nella scorsa stagione (Dario Fumagalli)
I Seamen nella scorsa stagione (Dario Fumagalli)

All’indomani dell’ufficialità, infatti, le avversarie designate per i campioni d’Italia nella prima fase del torneo continentale saranno i Vukovi Belgrado e i Wolves Budapest.

«Siamo in linea con i valori dello scorso anno – esordisce il presidente Marco Mutti -, dove abbiamo vinto all’esordio e ci siamo giocati il passaggio del turno con Thonon, perdendo in casa loro. Belgrado è fortissima: sono i campioni in carica di Serbia e saranno loro la bestia nera del gruppo. Budapest, invece, è una cenerentola in Champions e dovrebbe essere la vittima sacrificale del raggruppamento, anche se non dobbiamo sottovalutarla».

La fase difensiva dei Seamen (Dario Fumagalli)
La fase difensiva dei Seamen (Dario Fumagalli)

L’anno scorso i Seamen Milano, al debutto nel torneo continentale, hanno centrato il primo successo in coppa grazie alla vittoria casalinga sui Pioners Hospitalet:

«E’ stata un’emozione bellissima – ricorda l’head coach Paolo Mutti -. Abbiamo disputato una partita perfetta e così ci siamo aggiudicati la posta in palio. La sfida contro Belgrado sarà come una finale. Il football americano in Serbia in questi ultimi anni è cresciuto tantissimo. Ha raggiunto dei livelli inimmaginabili fino a pochi anni fa. Inoltre la loro nazionale ha battuto la nostra in un test match dello scorso ottobre. Sarà veramente un inferno vincere da loro».

La vittoria del Super Bowl nel luglio 2015 (Dario Fumagalli)
La vittoria del Super Bowl nel luglio 2015 (Dario Fumagalli)

Il campionato inizierà soltanto a marzo, ma i vertici Blue Navy sono al lavoro per completare il roster che nel 2016 sarà chiamato a difendere lo scudetto e cercare di fare più strada possibile in Champions League, dove il sogno, o l’utopia, è almeno l’accesso alla seconda fase del torneo continentale che ancora manca nel nutrito palmarès dei marinai:

«Avremo una rosa composta da 65 giocatori – conclude il presidente Mutti -. Adesso stiamo aspettando la fine del campionato under 19 per valutare diversi ragazzi e darli una chance per giocarsi le loro carte in prima squadra».

L'americano Garrett Safron a fine gennaio sarà a Milano
L’americano Garrett Safron a fine gennaio sarà a Milano

Photo Credits: Dario Fumagalli

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 17 dicembre 2016
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 17 dicembre 2016
Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *