Oktagon_Petrosyan

Oktagon saluta Milano

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

IL PIU’ PRESTIGIOSO GALA INTERNAZIONALE DA SPORT DA COMBATTIMENTO TRASLOCA A TORINO.

«Non ci sono più le condizioni ideali – evidenzia Di Blasi – e sull’assessore Bisconti…».

Lo spettacolo di Oktagon al Forum di Assago (p.h. ufficio stampa)
Lo spettacolo di Oktagon al Forum di Assago (ph ufficio stampa)

Nato nel lontano 1996 e dopo ben venti edizioni sotto la Madonnina, dove ha allietato il pubblico meneghino con i suoi show di savate pro, thaiboxe, muai thai e anche kickboxing, il più prestigioso gala internazionale da sport da combattimento «trasloca» sotto la Mole. Il prossimo 16 aprile, infatti, sarà il PalaAlpitour di Torino ad ospitare la manifestazione che, quest’anno, avrà il nome di “Oktagon-Bellator 2016”.

«La scelta di Torino era già nell’aria da tempo – spiega l’organizzatore Carlo di Blasi -. Le condizioni economiche generali a Milano, la città più cara d’Italia, sono attualmente diventate proibitive. Nonostante sia milanese e ami la mia città, devo ammettere che in fatto di impiantistica e servizi connessi siamo carenti. Quest’anno per Oktagon riproporremo in grande stile Bellator. Inoltre, per un evento del genere, la capienza del Forum è probabilmente insufficiente. Infatti, se Oktagon da solo raggiunge mediamente dai 10 ai 12.000 spettatori, secondo i dati relativi agli ultimi 5 anni, con Bellator il numero degli spettatori sarà molto superiore al solito. Pertanto, solo uno stadio in Italia supera il Forum: il Palaisozaki di Torino, ora chiamato PalaAlpitour. La capienza totale infatti è di 16.326 spettatori».

Carlo Di Blasi e Scott Coker (ph ufficio stampa)
Carlo Di Blasi e Scott Coker (ph ufficio stampa)

Di Blasi, oltre alle questioni economiche e logistiche, ha anche il dente avvelenato con Palazzo Marino:

«In questi ultimi quattro anni l’assessore allo sport Bisconti non ci è mai venuto incontro, è come se non esistessimo per loro – prosegue -. Milano vuole promuovere gli “sport di genere”, quando noi da sempre siamo stati i precursori degli sport da combattimento femminili, ma per l’assessorato, alla fine, esiste solo il calcio. A Torino, invece, da tre anni l’assessore Gallo ci dimostrava il suo interesse…».

Il format Bellator (ph ufficio stampa)
Il format Bellator (ph ufficio stampa)

Venerdì 15 gennaio all’ombra della Mole in conferenza stampa verrà presentato “Bellator”, il circuito statunitense di MMA, più spettacolare al mondo, che porterà i suoi combattimenti in gabbia:

«Bellator è attualmente l’unico brand in grado di rivaleggiare nel mondo per ottenere la leadership nelle MMA» conclude di Blasi.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 14 gennaio 2016
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 14 gennaio 2016

Photo Credits: Ufficio Stampa Oktagon

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *