Una nuova stagione è alle porte (p.h. Andrea Gilardi)

Piffa, il primo della classe

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

Vent’anni, un sorriso stampato sul viso, grinta da vendere e sempre alla ricerca del trick perfetto: basterebbero queste semplice parole a descrivere il miglior atleta mondiale 2015 nel wakeboard.

Piffa in azione (Andrea Gilardi)
Piffa in azione (Andrea Gilardi)

Massimiliano Piffaretti, classe’95 di Sala Comacina (Como), infatti, è stato designato come atleta dell’anno, nella categoria maschile, dalla Commissione mondiale che sovrintende questa disciplina. “Piffa”, insieme ai fuoriclasse delle altre specialità, è in lizza per il titolo di miglior atleta della passata stagione, ma per il comasco essere arrivati fin qui è già un grande risultato:

«Una gioia incontenibile, sono felicissimo» commenta il 20enne lariano.

Massi Piffaretti primo piano (foto Massimiliano Piffaretti sul podio (foto di Chris West)
Massi Piffaretti in primo piano (foto di Chris West)

E non potrebbe essere altrimenti: la stagione appena trascorsa, infatti, per Massimiliano è stata la migliore di sempre. Al mondiale di Cancun, in Messico, il campione di Sala Comacina ha vinto l’oro negli Open Men, la categoria più difficile della competizione, con ben 73.22 punti davanti a “mostri sacri” come l’americano Soven Phill (72) e all’australiano Teunissen Cory (70.67):

«Alla vigilia della finale ero quarto su sei e mi ero tenuto i trick più difficili per la finale – ricorda -. Sapevo che dovevo girare al massimo e, alla fine, la mia strategia ha ripagato. Ho superato persone come Harley Clifford, numero uno al mondo nel wakeboard. Prima della finale mondiale non l’avevo mai battuto».

Massimiliano Piffaretti in azione (foto di Andrea Gilardi)
Massimiliano Piffaretti in azione (foto di Andrea Gilardi)

Il risultato del comasco, unito all’oro a squadre ottenuto dall’Italia a Cancun, dimostrano che il wakeboard nel Bel Paese è ormai una realtà importante:

«Sono felice che gli azzurri stiano crescendo. Quando avevo 15 anni, nel 2012, mi sono trasferito negli Usa per poter seguire il mio sogno nel wakeboard. Qui, infatti, ho la possibilità di girare tutto l’anno grazie al caldo. Dall’altro lato, però, mi manca la mia famiglia e, appena posso, torno durante le vacanze per stare insieme ai miei parenti».

Articolo uscito sullo Sport del "Il Giorno" (QS) il 4 novembre 2015 relativo alla vittoria del Mondiale
Articolo uscito sullo Sport del “Il Giorno” (QS) il 4 novembre 2015 relativo alla vittoria del Mondiale

Il campione di Sala Comacina è già al lavoro per preparare al meglio la stagione: Massi, infatti, dal 2012 per la maggior parte dell’anno vive e si allena negli Usa:

«Ho la fortuna di avere la casa sul lago Conway, vicino Orlando, e per questo entro in acqua due volte al giorno» ricorda il lariano.

Dopo aver  sfiorato il cielo con un dito, cosa si può chiedere di più?

«Non mi sento appagato di quello che ho fatto – conclude il classe’95 comasco -. Finché non otterrò la Luna, non smetterò mai di gareggiare».

Piffa è pronto per la nuova stagione (Andrea Gilardi)
Piffa è pronto per la nuova stagione (Andrea Gilardi)

PHOTO CREDITS: ANDREA GILARDI

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *