Belluci, Pirvanescu e Giudici del Bc Milano

La predestinata del Badminton

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

LA MILANESE SOFIA GIUDICI E’ IN RAMPA DI LANCIO; A 15 ANNI, HA I NUMERI PER IMPORSI.

Quindici anni, un sorriso stampato sul viso, grinta da vendere e sempre alla ricerca della giocata perfetta: basterebbero queste semplici parole a descrivere la neo campionessa italiana di doppio misto (in coppia con Fabio Caponio).

Sofia Giudici e Fabio
Sofia Giudici e Fabio Caponio

Sofia Giudici, classe 2000 stella del Bc Milano, è una predestinata perché è la più giovane, nella storia del badminton del Bel Paese, a vincere il titolo nella disciplina del doppio misto.

«Con noi gioca solo da due anni – commenta il presidente del sodalizio meneghino Luca Crippa -, ma ha un talento straordinario. Inoltre agli Assoluti nel singolo femminile è uscita agli ottavi contro la nostra Camilla Taramelli, dopo aver battuto una fuoriclasse del calibro di Silvia Garino, la più forte under 17 in Italia. Ha tanta fame e sono sicuro che farà strada».

Il presidente Crippa insieme a Roberto Cammarelle
Il presidente Crippa insieme a Roberto Cammarelle

La 15enne ha sempre portato avanti l’atletica leggera e il badminton, ma due anni fa è arrivata la fatidica scelta: Sofia si sarebbe destreggiata solo con la racchetta e il suo unico avversario sarebbe stato il volano:

«Era molto forte nel salto triplo – prosegue Crippa -, poi, alla fine, nel 2014 è scoppiato l’amore e ha deciso che avrebbe giocato solo a badminton. Inoltre, essendo molto alta, ben 174 centimetri, ha un struttura fisica che l’avvantaggia moltissimo per il gioco aereo. I risultati gli stanno dando ragione».

Sofia Giudici a soli 15 anni è entrata nella storia del badminton
Sofia Giudici a soli 15 anni è entrata nella storia del badminton

Il badminton è di casa nella famiglia Giudici perché papà Mario è un grande appassionato, oltre che giocatore. Sofia per allenarsi a Milano fa grossi sacrifici:

«Abita a Chiasso e tre volte a settimana viene a prepararsi qui da noi al Palabadminton – sottolinea il numero uno del Bc Milano -. E’ tesserata per noi e ha il passaporto italiano. Sogna la nazionale e non è un’utopia. E’ un prospetto molto interessante e in futuro potrebbe entrare nel progetto della federazione rivolto ai giovani».

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 9 febbraio 2016
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 9 febbraio 2016

Dopo aver sfiorato il cielo con un dito, cosa si può chiedere di più?

«Ad aprile proverà a lasciare il segno anche ai campionati Italiani di categoria» conclude Crippa.

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *