Seamen: lavori in corso

Amalgamare il gioco in attacco: è questo l’obiettivo su cui stanno lavorando i Seamen Milano in vista del prossimo match di campionato (il 9 aprile in casa contro i Lions):

Andrea Scola lancia la carica (p.h. Dario Fumagalli)
Andrea Scola lancia la carica (p.h. Dario Fumagalli)

«Dobbiamo integrare al 100% il quarterback Garrett Safron – sottolinea Andrea Scola, uno dei capitani del reparto offensivo -. Purtroppo a febbraio non ha potuto lavorare in gruppo con noi e questa carenza si sta facendo sentire».

TANTO LAVORO

«E’ dura ritrovarsi quarti in classifica, ma dobbiamo pensare solo a lavorare». Non usa giri di parole Mattia Binda.

Mattia Binda in nazionale (Dario Fumagalli)
Mattia Binda convocato in nazionale (Dario Fumagalli)

Il running back dei Seamen Milano, infatti, crede nella ripresa dei campioni d’Italia. Binda, comunque, ha un motivo per sorridere: il capitano del reparto offensivo, insieme ad altri 16 blue navy, farà parte della rappresentativa azzurra che il prossimo 2 e 3 aprile si radunerà a Bologna.

GIOVANE ITALSEAMEN

Nonostante il brutto momento che stanno vivendo i Seamen Milano, con due ko su tre partite e un quarto posto in classifica, i campioni d’Italia hanno un futuro roseo davanti.

Il futuro è dalla parte dei Seamen Milano (p.h. Dario Fumagalli)
Il futuro è dalla parte dei Seamen Milano (p.h. Dario Fumagalli)

Sei giovani marinai, infatti, faranno parte della formazione azzurra under 19 che sarà impegnata il prossimo 25 e 26 marzo, ad Azzano San Paolo, in un raduno e nel successivo test amichevole contro una rappresentativa americana.

Photo Credits: Dario Fumagalli

Antonio “The Big” Moscatiello

A Extreme People 2.0 N.123 (in onda su Rete55, canale 16 del digitale terrestre lombardo) abbiamo parlato di pugilato insieme ad Antonio Moscatiello, pugile milanese che per ben due volte è stato campione italiano dei pesi welter. Sogni, obiettivi, aspettative e molto altro per “The Big“.

Il Superstudio Grooming di Legnano di Extreme People 2.0
Il Superstudio Grooming di Legnano di Extreme People 2.0

 

 

 

 

Tutti per “The Big”

Dopo un mese di «letargo», sabato 19 marzo torna la grande boxe al Teatro Principe di Milano. Nel clou Antonio Moscatiello (20-3-1)  sfiderà Laszlo Fazekas sulle otto riprese. L’ex campione italiano dei welter, dopo la bella prestazione contro Paul Malignaggi, lo scorso 12 dicembre alla O2 Arena di Londra, torna a combattere nella «mecca» del pugilato meneghino.

Il poster della manifestazione (p.h. ufficio stampa Principe Boxing Events)
Il poster della manifestazione (p.h. ufficio stampa Principe Boxing Events)

Laszlo Fazekas, infatti, è lo stesso avversario contro cui ha combattuto Malignaggi al Principe il 26 settembre scorso.  Fazekas ha resistito otto riprese contro Malignaggi ed è quindi un avversario da non sottovalutare anche se il record dell’ungherese è composto da 28 vittorie, 24 sconfitte, 1 pari e 1 no-contest.

Antonio Moscatiello ai tempi del titolo italiano (p.h. ufficio stampa Principe Boxing Events)
Antonio Moscatiello ai tempi del titolo italiano (p.h. ufficio stampa Principe Boxing Events)

«Fazekas è combattivo, prova sempre ad infilare i suoi pugni, dovrò stare molto attento – commenta il pugile milanese -. Contro Malignaggi ho dato il meglio considerando che ho avuto solo tre settimane per prepararmi e che era la prima volta che sostenevo dodici riprese. Ho dovuto dosare le energie per arrivare fino in fondo e non ero abituato a farlo. Forse, dovevo metterci più cattiveria agonistica. Comunque, non ho rimpianti: ho fatto quello che dovevo fare contro un pugile capace di vincere due titoli mondiali. Paul è stato bravissimo a non farsi mai trovare ed a colpire di rimessa. Spero di poter combattere di nuovo in Inghilterra».

Nel sottoclou, l’imbattuto peso medio rumeno Catalin Paraschiveanu (10-0) affronterà l’ungherese Josef Racz (6-6) sulla distanza delle sei riprese.

Catalin Paraschiveanu è pronto a combattere (p.h. Bozzani)
Catalin Paraschiveanu è pronto a combattere (p.h. Bozzani)

«Crediamo molto in Catalin – spiega il presidente della Principe Boxing Events Alessandro Cherchi – ed infatti lo abbiamo affidato a mio zio Franco (che ha allenato tanti campioni). Di recente, Catalin ha fatto sparring insieme al campione d’Europa dei pesi supermedi Hadillah Mohoumadi imparando tantissimo. Abbiamo grandi progetti per Catalin e Hadillah. Il 2 aprile, a Liverpool, Mohoumadi difenderà il titolo europeo contro Callum Smith. Il match è valido anche come semifinale al titolo mondiale Wbc».

La fiducia è ricambiata, come afferma lo stesso Catalin:

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 18 marzo 2016
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 18 marzo 2016

«Sono venuto in Italia per diventare professionista dopo aver avuto un’ottima carriera dilettantistica in Romania – dichiara il boxer che si allena alla Opi Gym in Corso di Porta Romana -: in dodici anni di attività, ho vinto cinque titoli nazionali. Da quando sono a Milano, mi segue Franco Cherchi. Mi alleno con lui tutti i giorni, due volte al giorno. La boxe è il mio lavoro, sono un professionista. Facendo i guanti con Hadillah Mohoumadi sono migliorato perché lui è molto mobile, non si fa beccare, mi costringe ad adeguarmi al suo ritmo. Insomma, è fortissimo».

Moscatiello è stato due volte campione dei pesi welter
Moscatiello è stato due volte campione italiano dei pesi welter (p.h. Principe Boxing Events)

Inoltre, una sfida femminile nella categoria dei pesi mosca: Ilaria Scopece (1-0) contro la serba Juvana Trifunjagic (2-4). I tre incontri professionistici saranno preceduti da dieci combattimenti fra dilettanti. Per questo, la manifestazione inizierà alle 18.00.

Photo Credits: immagine in evidenza Fabrizio Andrea Bertani