Arianna in partenza (ph profilo personaggio su FB)

Arianna a cinque cerchi

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

L’esame di maturità può attendere per Arianna Castiglioni. Nonostante la sfortuna e le avversità che l’hanno colpita durante l’anno, la fuoriclasse di Busto Arsizio ce l’ha fatta: Arianna, infatti, parteciperà ai prossimi Giochi Olimpici di Rio De Janeiro 2016. Un obiettivo che vale un’intera carriera per uno sportivo. Il pass è arrivato al Settecolli di Roma grazie al 1’07’’15 nuotato nei 100 rana, in seconda posizione dietro la campionessa olimpica e mondiale Ruta Meilutyte:

1' regala (p.h. profilo fb ufficiale)
1’07”15 regala il pass per Rio 2016 (p.h. profilo fb ufficiale)

«Non mi aspettavo proprio di fare questo tempo – commenta il bronzo europeo a Berlino 2014 -, ma pensavo di avvicinarmi. Sono arrivata a Roma in pieno carico di lavoro: l’intensità degli allenamenti è stata una scommessa, ma alla fine io e coach Gianni abbiamo centrato questo traguardo. Gareggiare contro una fuoriclasse come Ruta Meilutyte è sempre un grandissimo stimolo e piacere perché ti aiuta a crescere».

Un epilogo molto dolce per la bustocca, anche se le premesse ad inizio stagione non erano delle migliori. Preparazione iniziata con due mesi di ritardo per un incidente in moto e, successivamente, un risentimento all’adduttore lungo. Infine una pubalgia che ha condizionato l’andamento degli Assoluti Primaverili, oltre agli Europei di Londra. Nonostante le avversità, Arianna non ha mai mollato e, anche grazie all’aiuto dei trattamenti di Alessandro Palazzolo con la super visione del dottor Merlo, il biglietto per i Giochi è arrivato all’ultimo:

Nonostante le avversità, Arianna c'è lìha fatta (p.h. profilo ufficiale fb)
Nonostante le avversità, Arianna ce l’ha fatta (p.h. profilo ufficiale fb)

«Non avevo preparato il Settecolli, ma fisicamente stavo bene – prosegue -. Avevo la consapevolezza di poter fare il tempo. Nonostante le difficoltà incontrate, non ho mai mollato e ci ho creduto fino alla fine. In queste ultime settimane lavorerò con più serenità in vista di Rio».

Per la fuoriclasse del Team Insubrika (è tesserata anche per le Fiamme Gialle) sarà una nuova prima volta, un debutto inedito. Dopo l’Europeo di Berlino 2014, culminato con un inatteso bronzo nei 100 rana, il Mondiale di Kazan 2015, il 2016 sarà l’anno dei cinque cerchi:

«Questa convocazione la dedico a tutti: al mio allenatore Gianni, ai miei genitori, amici, ma anche ai compagni di scuole e professori che mi hanno dato l’opportunità di poter posticipare la maturità a settembre dopo le Olimpiadi».

Felice, e al settimo cielo per il pass, anche il suo tecnico Gianni Leoni:

Leoni con Castilgioni e Rivolta
Da sinistra Gianni Leoni con Arianna Castiglioni e Matteo Rivolta

«Arianna in queste ultime settimane ha lavorato molto bene – sottolinea l’allenatore -. La sua forma è in crescendo e per questo siamo andati al Settecolli senza scaricare. Poi lei in gara ci ha messo il suo, come fa sempre, e il tempo è arrivato. Siamo molto felici ed emozionati e continueremo a lavorare con grande entusiasmo fino a Rio».

La kermesse capitolina lascia diversi spunti su cui concentrarsi:

Arianna è la vice campionessa italiana nei 50 rana (p.h. lapresse.it )
Le partenze per Arianna sono fondamentali (p.h. lapresse.it )

«Le partenze e le virate non bisogna trascurarle. Il primo 50 a Roma l’ha impostato bene, facendo un passaggio più veloce del solito, ma è ritornata ordinata. Bisogna solo rivedere gli ultimi 25 metri. Prima, con la carenza di allenamento, la fatica veniva sempre fuori. Adesso piano piano ci sono dei miglioramenti».

A Rio Arianna nuoterà i 100 rana, ma potrebbe gareggiare anche nelle staffette:

Arianna Castiglioni
Arianna Castiglioni è pronta per la sua prima Olimpiade (p.h. profilo ufficiale fb)

«Martina Carraro parte davanti per via della migliore stagione, ma se ci saranno dei tempi importanti, possiamo giocarcela» conclude coach Gianni Leoni.

L'articolo uscito sullo Sport Varese del "Il Giorno" del 1 luglio 2016
L’articolo uscito sullo Sport Varese del “Il Giorno” del 1 luglio 2016

Photo Credits: profilo fb di Arianna Castiglioni

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *