Chris Ault è pronto per un'altra grande stagione (p.h. ufficio stampa Rhinos)

I Rhinos ripartono da Ault

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

«He’s back». In casa Rhinos Milano i dirigenti gongolano. Il “messia” – Chris Ault – head coach che ha riportato i rinoceronti a vincere il Super Bowl dopo ben 26 lunghi anni, anche nel 2017 sarà alla guida dei campioni d’Italia.

Chris Ault anche nel 2017 guiderà i Rhinos Milano (p.h.
Chris Ault anche nel 2017 guiderà i Rhinos Milano (p.h.Mara Telandro)

«Torno perché ho troppa stima dei giocatori e di tutta l’organizzazione Rhinos – sottolinea il tecnico -. Sono molto orgoglioso di tutto quello che abbiamo raggiunto l’anno scorso e non ho intenzione di accontentarmi di rimanere in linea di galleggiamento. La sfida di difendere il titolo e competere per una coppa Europea è davvero stimolante. Diamoci dentro».

Chris Ault è il pezzo da novanta del mercato dei rinoceronti: fa già parte della college Hall of Fame e del ristretto cerchio di Coach NCAA con oltre 230 vittorie in carriera. Inoltre è stato alla guida dei Nevada Wolfpack di Reno (Div. I) per ben 37 anni, la maggior parte come head coach. La sua eterna carriera a Reno è terminata nel 2012, dopo aver partecipato a ben 10 Bowls.

Un “gurudel football americano così come conferma anche il vice presidente Matteo Pella:

Per Pella Chris Ault è il top player della squadra (p.h. Carola Fabrizia Semino)
Per Pella Chris Ault è il top player della squadra (p.h. Carola Fabrizia Semino)

«E’ come avere un top player in rosa: l’anno scorso ha completamente cambiato la squadra. Per stare con noi ha rinunciato a tanti soldi che invece potevano offrirli altre realtà americane. Inoltre per rimanere ha posto solo poche condizioni imprescindibili, come tenere i due americani, Tj Pryor e Jonathan Mcneal, oltre all’oriundo Nick Ricciardulli».

La nuova sfida in casa Rhinos è lanciata e l’input è di fare meglio della stagione 2016. In campionato, infatti, si riparte dal 13-0 della perfect season, un numero impressionante che fa capire la forza «d’urto» dei rinoceronti.

Nel 2017 i Rhinos Milano saranno la squadra da battere (p.h. Dario Fumagalli)
Nel 2017 i Rhinos Milano saranno la squadra da battere (p.h. Dario Fumagalli)

«Saremo la squadra da battere, tutti giocheranno al massimo contro di noi – prosegue Pella -. Nonostante questo, non abbiamo timori reverenziali».

Nel 2017 i Rhinos, dopo un’assenza che dura da più di 6 anni, assaporeranno di nuovo il profumo d’Europa perché saranno impegnati nell’European Football League (Efl), la competizione continentale più importante dopo la Big 6. I presupposti per una grande annata ci sono tutti, anche se il sogno in casa Rhinos, come per tutto il football italiano, rimane uno:

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 11 ottobre 2016
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 11 ottobre 2016

«Sarebbe molto bello trovare uno sponsor che creda in noi – conclude Pella -. E’ assurdo che una squadra di Milano, campione d’Italia, non trovi un’azienda che voglia accostare il suo nome a noi».

Photo Credits: immagine in evidenza Mara Telandro.

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *