maxim-prodan-marco-chiesa

Pugilato, i campioni del domani al Teatro Principe di Milano

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

Dopo un 2016 ricco di soddisfazionivenerdì 16 dicembre (dalle 19.30) la grande boxe saluta l’anno solare con un’altra manifestazione al Teatro Principe di Milano. Sarà “Tomorrow’s Champions” per dare visibilità ai giovani pugili: la serata sarà articolata su cinque incontri professionistici, quattro sulla distanza delle sei riprese e uno di quattro riprese. Dicembre è il mese d’oro per la bomboniera di viale Bligny 52. Due anni fa, infatti, ci fu la riapertura del teatro alle manifestazioni pugilistiche. Dal 5 dicembre 2014 – data del primo evento dove Antonio Moscatiello riconfermò il titolo italiano dei pesi welter su Riccardo Pintaudiil Principe ha ospitato ben 15 manifestazioni di pugilato professionistico.

Il 5 dicembre 2014 il Teatro Principe ha riaperto e nel clou Antonio "Big" Moscatiello ha riconfermato il titolo italiano dei pesi
Il 5 dicembre 2014 il Teatro Principe ha riaperto e nel clou Antonio “Big” Moscatiello ha riconfermato il titolo italiano dei pesi welter

«Sono stati due anni molto soddisfacenti – commenta il presidente PBE Alessandro Cherchi – perché abbiamo riacceso nei milanesi la passione per la nobile arte. Il nostro prossimo obiettivo è far crescere dei giovani pugili permettendo loro di avvalersi dei nostri impianti, come il teatro Principe e la palestra Opi Gym, e dell’esperienza della mia famiglia. Vogliamo costruire dei campioni in grado di avere una lunga carriera e di vincere titoli importanti. E’ un primo passo per ridare slancio alla boxe milanese e nazionale».

La bomboniera di viale Bligny 52 è la versione milanese del BB King Blues Club & Grill di Manhattan:

Il presidente Cherchi durante un combattimento (p.h. Renata Romagnoli)
Il presidente Cherchi durante un combattimento (p.h. Renata Romagnoli)

«E’ un locale da 550 posti in cui si disputano da anni manifestazioni pugilistiche con i giovani più promettenti. Ogni tanto, si disputano anche titoli internazionali – prosegue Cherchi -. Lo stesso abbiamo fatto al Principe, con tre titoli europei e un titolo Silver WBC».

Durante la manifestazione si esibirà il ventitreenne peso welter Maxim Prodan (7-0-0), che affronterà il bosniaco Nerdjn Fejzovic (2-8-0). Prodan, di origini ucraine, ha sempre combattuto al Teatro Principe ottenendo sette vittorie consecutive prima del limite che lo hanno fatto diventare un beniamino del pubblico e sostenitori milanesi.

Prodan è l'idolo del pubblico milanese (p.h. profilo fb Maxim Prodan)
Prodan è l’idolo del pubblico milanese (p.h. profilo fb Maxim Prodan)

Sfide made in Italy tra il peso superpiuma Giuseppe Carafa (che è campione italiano dei neo-pro ed ha un record di 5 vittorie e un pari) che se la vedrà con Glauco Cappella (3-5-0), mentre il peso welter Edoardo Del Vecchio (5-2-0) con Davide Calì (3-10-0). Inoltre ci sarà il debutto nei pro del peso medio Samuel Nmomah. Il diciannovenne di origine nigeriana, ma residente in Italia da nove anni, affronterà il serbo Sladjan Dragisic (1-2-0). Infine il quinto combattimento professionistico sarà tra i pesi medi Tomas Berulashvili (2-2-0) e Constantin Pancrat (2-6-0).

Il poster della serata (p.h. ufficio stampa PBE)
Il poster della serata (p.h. ufficio stampa PBE)

Invece per quanto riguarda la parte dilettantistica, salirà sul ring Joshua Nmomah (elite, peso medio nonché gemello di Samuel), che combatte per la Boxe Novara. Inoltre, i tre pugili della Opi Gym Andrea Sito (elite, peso leggero), Riccardo Nasser (elite, peso welter) e Andrea Curci (senior, superwelter).  La manifestazione inizierà alle 19.30 con i quattro incontri dilettantistici, il biglietto costa 25 euro.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 16 dicembre 2016
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 16 dicembre 2016

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Photo Credits: ufficio stampa Principe Boxing Events e immagine in evidenza Marco Chiesa

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *