PetrosyanMania, terza edizione: «Il nostro show darà spettacolo»

«PetrosyanMania»: un nome, una garanzia. I fratelli Petrosyan, Armen e Giorgio, campioni mondiali della kickboxing e k1 e che vantano amicizie dello star-system come il rapper italiano Emis Killa o il calciatore del Nizza Mario Balotelli, per una volta “svestono” i panni dei combattenti e indossano quelli da manager. Si perché sabato 25 febbraio, nella suggestiva cornice del Hurricane Club di via Magenta 75Boffalora Sopra Ticino, alle porte di Milano, andrà in scena la PetrosyanMania 3. Una kermesse, che a un solo anno dalla sua nascita, raccoglie già numerosi appassionati di kickboxing, savate e mma:

Il poster dell'evento
Il poster dell’evento

«Dopo due edizione al Teatro Principe di Milano – spiega Armen, principale organizzatore della kermesse – abbiamo deciso di cambiare location: l’Hurricane Club è un palazzetto più grande che può ospitare fino a 700 persone. E abbiamo esaurito tutti i posti già una settimana prima. E’ un buon segno perché “vuol dire che la gente ci apprezza e ci premia”. Noi non li deluderemo».

La serata si annuncia ricca: si parte alle 17 con 12 incontri dilettantistici, tra cui otto portacolori del Team Leone Petrosyan, la palestra gestita e portata avanti dai fratelli Petrosyan. Dopo questo antipasto, dalle 20 saliranno sul ring i professionisti. Qui, nei -77 kg, quattro combattenti si sfideranno sulle tre riprese e il vincitore otterrà il pass per il prestigioso “Oktagon”, che si svolgerà il prossimo 8 aprile a Torino.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 23 febbraio 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 23 febbraio 2017

Preannunciano i fuochi d’artificio l’incontro di mma, nei -80 kg, dove in due riprese da 5 minuti Guido Iaquinta (Team Pieropan) sfiderà Iuri Lapicus del Team Leone Petrosyan, oltre ai due titoli italiani sulle cinque riprese da 3 minuti: nei -60 kg Matteo Di Luca sfiderà Rustam Vyntu, mentre nei -73 kg Mattia Solarino, discepolo dei Petrosyan, si contenderà la cintura con Marco Ronchetti del Team Mushin.

Armen sogna già la PetrosyanMania 4 ( p.h.
Armen sogna già la PetrosyanMania 4 (p.h. Wagner Mela)

Infine gran finale dove nel clou ci sarà l’incontro internazionale, nei -70 kg, con l’armeno Tigran Movsisyan portacolori del Team Leone Petrosyan opposto a Mitat Isteri (Fight Clubbing) su tre riprese da tre minuti.

Giorgio e Armen sono amici di Emis Killa e Mario Balotelli (p.h. ufficio stampa)
Giorgio e Armen sono amici di Emis Killa e Mario Balotelli (p.h. ufficio stampa)

«Lo scorso anno – prosegue Armen -, abbiamo creato la PetrosyanMania, in comune accordo con Carlo Di Blasi, il padre di Oktagon, per dare la possibilità ai più giovani di poter combattere e mettersi in mostra. Inoltre è una porta d’accesso per Oktagon, il sogno dove tutti vorrebbero partecipare, e dove pure io e Giorgio torneremo a combattere ad aprile».

PetrosyanMania 3 è in rampa di lancio, ma Armen è già al lavoro per la quarta manifestazione:

«Non posso ancora svelare nulla – confessa il campione -, ma si svolgerà in autunno e ho quasi trovato gli sponsor. Il mio sogno è di poter organizzare un grande evento internazionale, in palazzetti da 5-10.000 persone, dove nel clou ci possa essere un combattimento di livello anche per mio fratello Giorgio».

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Photo credits immagine in evidenza: Wagner Mela Photography.

Kickboxing, Armen Petrosyan benedice la PetrosyanMania 3

In esclusiva abbiamo sentito Armen Petrosyan, campione mondiale della K1, sulla PetrosyanMania 3, oltre ad Oktagon e molto altro ancora…

Photo Credits: Wagner Mela Photography.

Un Robot per il Principe

Numeri, solo numeri. Ma portano con se la forza straordinaria di un fenomeno. Sabato 18 febbraio avrà luogo la diciassettesima manifestazione pugilistica al teatro Principe di Milano. Il cartellone comprende cinque incontri professionistici, dove nel main event, ci sarà una sfida tra due pesi supermedi molto quotati: l’imbattuto turco Avni Yildirim (14 vittorie e 0 sconfitte) che affronterà il bielorusso Aliaksandr Sushchyts (21-3-1) per il titolo internazionale silver WBC.

La locandina dell'evento (p.h. ufficio stampa PBE)
La locandina dell’evento (p.h. ufficio stampa PBE)

Yildirim è il numero 3 al mondo: il pugile turco vanta nove vittorie prima del limite ed ha superato ai punti il fuoriclasse giamaicano Glen Johnson (ex campione del mondo dei mediomassimi IBF e IBO). La sua potenza e la sua tecnica non si discutono.

Avni Yildirim è il numero tre al mondo (p.h. ufficio stampa PBE)
Avni Yildirim è il numero tre al mondo (p.h. ufficio stampa PBE)

«Riuscire a proporlo qui a Milano per noi è un gran risultato – esordisce il presidente della Pbe Alessandro Cherchi -. Restiamo sempre dell’idea di far crescere i giovani del territorio lombardo facendoli combattere spesso, ma ogni tanto vogliamo offrire al nostro pubblico anche fuoriclasse stranieri. Sono sicuro che il main event soddisferà gli appassionati che riempiono sempre il teatro».

Il boxer turco è soprannominato “Mr. Robot” dai suoi tifosi e un episodio avvenuto a gennaio alla 5th Street Gym di Miami Beach fa capire il valore di Yildirim:

I tifosi lo chiamano "Mr. Robot" (p.h. profilo fb Avni Yildirim)
I tifosi lo chiamano “Mr. Robot” (p.h. profilo fb Avni Yildirim)

«Mentre faceva sparring con il campione del mondo dei supermedi IBF James DeGale, Avni ha centrato DeGale con un montante destro facendogli saltare parecchi denti. Da quel momento, i frequentatori della 5th Street Gym lo hanno soprannominato “il dentista”» racconta Cherchi.

La sfida tra Avni Yildirim e Aliaksandr Sushchyts sarà trasmessa in diretta da una rete televisiva turca ed una polacca. Tra l’altro, Yildirim ha iniziato come peso mediomassimo e in questa categoria ha battuto il fuoriclasse giamaicano Glen Johnson, a Miami (Florida, USA), il 15 agosto 2015. Negli altri quattro combattimenti, saliranno sul ring alcuni pugili ben noti al pubblico milanese: il peso welter Maxim Prodan (8-0), il peso medio Tomas Berulashvili (3-2), il peso superwelter Nicholas Esposito (1-0) e il peso medio Samuel Nmomah (1-0). Il più atteso sarà Maxim Prodan, ormai diventato un beniamino per il pubblico del teatro Principe: l’ucraino vanta cinque incontri nel 2015 e tre nel 2016 nella bomboniera di viale Bligny 52, dove ha ottenendo tutte le vittorie prima del limite. Quando ha atterrato il suo ultimo avversario, Nerdin Fejzovic lo scorso 16 dicembre, un boato ha accolto la sua vittoria. Prodan più volte ha spiegato la sua tattica:

Maxim Prodan è alla ricerca della nona vittoria (ph Fabio Bozzani)
Maxim Prodan è alla ricerca della nona vittoria (ph Fabio Bozzani)

«Mi alleno per disputare tutte le riprese previste, non cerco il knock out, ma se il mio avversario mi lascia uno spiraglio, lo stendo».

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 15 febbraio 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 15 febbraio 2017

Sabato 18 febbraio Maxim Prodan cercherà la nona vittoria consecutiva contro Petar Peric (4-1) sulle sei riprese. La serata inizierà dalle 19.00. Diretta su Fight Network Italia, canale 804 della piattaforma Sky, alle 22.00 con il commento di Mario Mattioli.

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Photo Credits immagine in evidenza: profilo personaggio Fb Avni Yildirim