Il Principe cerca eredi

I numeri non sempre sono il ritratto perfetto della realtà, ma aiutano a capire bene la dimensione e la forza di un progetto. Sabato 1 aprile torna la grande boxe al Teatro Principe, dove si svolgerà la diciottesima manifestazione organizzata da Alessandro Cherchi, dove nel clou combatterà l’imbattuto peso welter Maxim Prodan.

Il pugile ucraino, da anni sotto la Madonnina, vanta 9 vittorie consecutive prima del limite da quando ha iniziato a combattere: il campione della Opi Since 82 nella bomboniera di viale Bligny 52 affronterà l’ungherese Istvan Dernanecs (10-5) sulla distanza delle otto riprese:

Il poster della serata
Il poster della serata

«Vogliamo far crescere Maxim – spiega il numero uno della Principe Boxing Events – e questo è possibile solo trovando avversari sempre più difficili. Dernanecs ha combattuto una volta in Canada e due negli Stati Uniti: inoltre ha sfidato un avversario molto più esperto per il titolo ungherese dei pesi welter. Insomma, è uno da non sottovalutare».

Per la prima volta Prodan si esibirà sulle 8 riprese:

Prodan per la prima volta combatterà sulle otto riprese (p.h. profilo Fb Maxim Prodan)
Prodan per la prima volta combatterà sulle otto riprese (p.h. profilo Fb Maxim Prodan)

«Ha sempre combattuto sulle 6 riprese – prosegue Cherchi -. Stiamo alzando l’asticella senza correre troppo. Maxim dovrà confermare quello che ha fatto vedere finora sia sul ring che alla Opi Gym di Milano dove si allena tutti i giorni con mio zio Franco Cherchi. Al teatro Maxim potrà contare sul tifo del pubblico milanese, di cui è ormai diventato un beniamino».

La manifestazione inizierà alle 20.00 e comprenderà altri tre combattimenti professionistici: una sulla distanza delle sei riprese con Samuel Nmomah (2-0) che sfiderà Antonio Barbagallo (2-4-0); due sulle quattro riprese con il superwelter Nicholas Esposito (2-0), opposto a Liam Dedè (1-2-0), e il peso massimo leggero Matteo Rondena (5-3) che combatterà contro Hrvoje Bozinovic (1-15-0).

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 30 marzo 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 30 marzo 2017

«Avremo anche Nmomah, Rondena ed Esposito – spiega Alessandro Cherchi – perché vogliamo continuare a far combattere dei giovani di talento che hanno saputo conquistare la fiducia di un ampio pubblico. Avremmo dovuto avere anche Edoardo Del Vecchio contro Davide Calì, ma la Federazione Pugilistica Italiana in base al suo regolamento non ha dato il nulla osta alla sfida ritenendo Del Vecchio troppo superiore rispetto a Calì.  Al teatro Principe non vengono solo gli appassionati di boxe, ma anche persone che vogliono passare una serata diversa dal solito bevendo l’aperitivo mentre guardano i combattimenti».

I combattimenti saranno trasmessi in differita da Fight Network Italia, canale 804 di Sky: consultate la pagina Facebook della rete televisiva per sapere il giorno e l’ora della messa in onda.

In apertura di serata, quattro incontri dilettantistici: tre di categoria elite, uno fra pugili appartenenti alla categoria senior. I biglietti per la riunione di sabato 1° aprile si possono acquistare presso l’Opi Gym in Corso di Porta Romana 116/A o il negozio della Leone 1947 in Via Crema 11 e costano 25 euro.

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Photo Credits: immagine in evidenza Marco Chiesa.

Puntata n.7 di Be.Pi Water Club In esclusiva Gionata Gesuato

Cari amici pallanuotisti e del mondo acquatico mercoledì 29 marzo, alle 18, torniamo con la puntata numero 7 di Be.Pi Water Club.

In esclusiva Gionata Gesuato, tecnico delle Von Ladies (p.h. profilo fb Von Ladies).
In esclusiva Gionata Gesuato, tecnico delle Von Ladies (p.h. profilo fb Von Ladies).

In studio ci sarà Gionata Gesuato, tecnico delle Von Ladies, formazione femminile del Varese Olona Nuoto che milita in serie A2, girone Nord.

Il link per seguire live la puntata su Fb su Be.Pi Sport.

La puntata numero 5 di Be.Pi Water Club.

Derby Assoluto

RHINOS & SEAMEN SI SFIDANO PER LA TESTA DELLA I DIVISIONE.

E’ tornato, finalmente. Il derby lombardo del campionato di I Divisione arriva dopo (sole) tre giornate: sabato 25 marzo, dalle 18, per il quarto turno Seamen e Rhinos Milano si sfideranno a Pero, sul campo Gianni Brera dei rinoceronti. Un possibile antipasto del Super Bowl del prossimo luglio. Il derby della Madonnina vede i due team meneghini in serie positiva nella I Divisione: da una parte i marinai, infatti, hanno vinto tutte e tre le sfide contro i Grizzlies Roma, Lions Bergamo e Dolphins Ancona.

I Seamen hanno iniziato alla grande la stagione (p.h. Dario Fumagalli)
I Seamen hanno iniziato alla grande la stagione (p.h. Dario Fumagalli)

«Abbiamo iniziato molto bene il campionato, forse anche meglio delle nostre previsioni – esordisce il presidente Marco Mutti -. Gli import americani stanno rispondendo presenti: merito anche del resto della squadra, dell’ottimo lavoro dell’head coach Tony Addona e del defense coordinator Randy Beverly».

Lo scorso anno, su tre sfide, i marinai hanno sempre perso contro i «cugini» rinoceront. Un trend da invertire, si augura il linebacker Daniele Pezza:

Daniele Pezza si aspetta una partita difficile (p.h. Luigi Mossali)
Daniele Pezza si aspetta una partita difficile (p.h. Luigi Mossali)

«Mi aspetto una battaglia: dobbiamo assolutamente registrare la difesa, altrimenti l’attacco dovrà fare gli straordinari. Sarà una partita dove i reparti arretrati faranno la differenza. Non avranno il running back titolare Nicholas Dante Ricciardulli, ma non dobbiamo sottovalutarli perché Querzola, Cira e Gogat in quel ruolo sono comunque molto forti e preparati. Ma ci sentiamo pronti e sarà anche un ottimo antipasto in vista del debutto europeo per la Big6 di aprile».

Dall’altra i Rhinos non si sentono “Ricciardulli-dipendenti” e lanciano la carica.

Per Pella i Rhinos non dipendono da Ricciardulli
Per Pella i Rhinos non dipendono da Ricciardulli (p.h. Cfs)

«Come si è visto contro i Dolphins Ancona e i Panthers Parma – evidenzia il vice presidente Matteo Pella -, abbiamo dimostrato che sappiamo far correre la palla anche senza Ricciardulli perché abbiamo una squadra completa, con un roster molto profondo. Naturalmente, appena avrà risolto i suoi problemi personali, lo aspettiamo il prima possibile. Certo che i Seamen avranno molta voglia di rivalsa. Credo si presenteranno più preparati grazie al nuovo coach  Tony Addona. E poi si stanno allenando di più».

Eppure la differenza, ancora una volta, faranno i giocatori italiani:

Il Super Bowl vinto dai Rhinos nel 2016 (p.h. ufficio stampa Rhinos)
Il Super Bowl vinto dai Rhinos nel 2016 (p.h. ufficio stampa Rhinos)

«L’ago della bilancia pende su di loro – prosegue Pella -: saranno loro, nei due schieramenti, che segneranno il match».

Anche Alessandro Vergani, tackle destro della linea d’attacco, è sulla stessa linea:

L'articolo uscito il 24 marzo 2017 su Mi-Tomorrow
L’articolo uscito il 24 marzo 2017 su Mi-Tomorrow

«Ricciardulli è molto forte, ma riusciamo a correre e ricevere anche senza di lui: non esistono prime donne e per questo gioca solo chi se lo merita, quelli che in allenamento si sono impegnati e hanno dato sempre il massimo».

CLASSIFICA: Seamen Milano 3-0; Rhinos Milano, Giants Bolzano e Marines Lazio 2-0; Giaguari Torino 2-1; Panthers Parma 1-1; Uta Pesaro e Dolphins Ancona 1-2; Grizzlies Roma 0-2; Guelfi Torino e Lions Bergamo 0-3.

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Il live della partita su GameDay.

Photo Credits: immagine in evidenza Dario Fumagalli.