I Seamen per la prima volta sono alla final four di Champions (p.h. Dario Fumagalli)

Finalmente Seamen Milano

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

RIPARTE IL CAMPIONATO DI I DIVISIONE

E’ un mantra e non deve diventare un’ossessione:

«Dobbiamo continuare a lavorare e migliorare in fase offensiva e difensiva. E’ l’unica certezza».

Tony Addona ha un punto di partenza ben chiaro in testa. Il nuovo head coach dei marinai, sbarcato a gennaio da Montreal, ha il compito di riportare i Seamen Milano sul tetto d’Italia, oltre a ben figurare in Europa nella prestigiosa Big6:

Tony Addona è pronto (p.h. Dario Fumagalli)
Tony Addona è pronto (p.h. Dario Fumagalli)

«Sono qui per far bene e vincere – le prime parole del capo allenatore -. I Seamen sono una grande squadra e per me è una bellissima opportunità essere qui ad allenare. Ho trovato un gruppo molto motivato e sempre pronto a seguirmi».

Per il tecnico italocanadese l’eredità lasciata da Paolo Mutti non sarà semplice. L’ex head coach dei meneghini ha vinto due Italian Bowl (con ben tre finali all’attivo), oltre ad un secondo posto in Coppa Campioni IFAF nel 2016:

Paolo Mutti ha vinto due Super Bowl (p.h. Dario Fumagalli)
Paolo Mutti ha vinto due Super Bowl (p.h. Dario Fumagalli)

«Stiamo lavorando tanto con i ragazzi per prendere il ritmo e capire i miei schemi – prosegue -. Finora, infatti, abbiamo svolto 4 allenamenti a settimana: un carico di lavoro molto importante ma sono sicuro che presto i frutti si vedranno».

Tony Addona oltre ad essere il capo allenatore, si occuperà anche dell’attacco, mentre la difesa sarà coordinata dall’americano Randy Beverly:

Da sinistra B Tony Addona 2 (p.h. Dario Fumagalli)
Da sinistra Randy Beverly e Tony Addona (p.h. Dario Fumagalli)

«Quest’anno si è deciso di dare un’impronta prettamente made in Usa. I Rhinos Milano, campioni d’Italia in carica, dallo scorso anno sono seguiti da Chris Ault. Sarà un onore confrontarsi contro di lui».

Dagli Stati Uniti sono arrivati anche tre gioielli: la «saracinesca» Paul Morant, lo scorso anno perno della retroguardia degli Istanbul Rams, Reece Horn, ex receiver proveniente dall’Università d’Indianapolis con la quale ha polverizzato tutti i record, e l’oriundo Luke Zahradka, quarter back della nazionale italiana e cresciuto nella Bentley University (2009-2013). Si parte sabato 4 marzo con la sfida casalinga (ore 18), a Pero, contro i Grizzlies Roma. La I Divisione si annuncia molto combattuta, con un unico girone dato dalla fusione del girone Nord e Sud.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 3 marzo 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 3 marzo 2017

«Per noi sarà la stagione della ripartenza – commenta il line backer Giacomo Silvestri, uno dei capitani dei marinai -. Lo scorso anno non sono mancate le motivazioni, ma la disciplina e l’attitudine all’allenamento. Non sempre, infatti, siamo riusciti a dare il 100% e questo poi si vedeva soprattutto durante le partite. Adesso abbiamo voltato pagina».

Il team blue navy giocherà anche la prestigiosa Big6, la più importante manifestazione di football americano nel vecchio continente: il 22 aprile la sfida casalinga del Breda di Sesto San Giovanni contro i Berlino Rebels, mentre il 6 maggio la trasferta di Francoforte contro gli Universe.

Per il presidente Marco Mutti Addona è un ottimo coach (p.h. profilo personale fb)
Per il presidente Marco Mutti Addona è un ottimo coach (p.h. profilo personale fb)

«L’obiettivo primario rimane il Super Bowl, ma anche in Europa vogliamo far bene – conclude il presidente Marco Mutti -. Purtroppo il Vigorelli è ancora fermo e per questo abbiamo dovuto optare per un altro stadio».

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Photo credits immagine in evidenza: Dario Fumagalli.

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *