Pellegrini 2

Il grande Nuoto a Milano

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

Sembra ieri, ma sono già passati 7 anni da quando il grande nuoto, azzurro e mondiale, è tornato nel cuore della città della Madonnina. Ormai, il Trofeo Città di Milano, giunto alla settima edizione, è una certezza del calendario agonistico: nella due giorni meneghina, i campioni potranno testare la loro condizione in vista dei Campionati Italiani Assoluti di aprile, occasione per qualificarsi ai Campionati del Mondo in vasca lunga di Budapest, in Ungheria, dal 23 al 30 luglio.

Il poster dell'evento
Il poster dell’evento

«Anno dopo anno andiamo avanti – esordisce Roberto Del Bianco, presidente della Nuotatori Milanesi e dirigente dell’ItalNuoto -: la vera difficoltà non sta nelle primissime edizioni, dove c’è la novità, ma nel continuare un progetto e una filosofia nell’indifferenza e difficoltà di carattere logistico che esistono a Milano».

Venerdì 10 e sabato 11 marzo nella Piscina Samuele di via Trani 1, angolo via Mecenate, ci sarà la nazionale italiana al completo: sotto i riflettori Gregorio Paltrinieri, vincitore alle Olimpiadi di Rio 2016 l’oro nei 1500 stile libero, oltre all’amico Gabriele Detti, in Brasile bronzo nei 400 e 1500 sl. Inoltre ci sarà Federica Pellegrini, portabandiera a Rio 2016 e primatista mondiale nei 200 sl. Oltre alla fuoriclasse di Spinea, a Milano ci sarà anche (il fidanzato?) Filippo Magnini, ex campione del mondo sulla distanza dei 100 stile libero, oltre ai velocisti Luca Dotto, Marco Orsi e Silvia Di Pietro. Presenze anche di atleti stranieri provenienti da Grecia, Austria, Malta ed anche nuotatori francesi del gruppo dell’ex campione Frank Esposito.

Gregorio Paltrinieri sarà uno dei protagonisti (p.h. ufficio stampa Nuotatori Milanesi)
Gregorio Paltrinieri sarà uno dei protagonisti (p.h. ufficio stampa Nuotatori Milanesi)

«Questo meeting è importantissimo perché consente di monitorare il lavoro svolto finora – commenta Cesare Butini, d.t. della nazionale -. Non solo ha acquisito importanza a livello nazionale, ma anche in Europa come dimostra l’arrivo dei nuotatori stranieri».

Sabato 11 marzo pomeriggio gli atleti Finp nuoteranno i 50 rana femminili ed i 50 stile libero maschili, mentre le gare di domenica 12 marzo saranno dedicate ai più giovani:

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 9 marzo 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 9 marzo 2017

«La nostra filosofia è nota – prosegue Roberto Del Bianco -; nasce dai giovani, per i giovani e i risultati di grande livello che arrivano vogliono essere un segnale importante di come loro, crescendo, possano ottenere successo nella vita e creare tratti della propria personalità».

Milano capitale dell’economia e finanza, della moda, design, ma non del nuoto. Nella città della Madonnina ci sono 15 impianti, tra cui la cinquanta metri della Saini e Mecenate, ma non sono pensati per l’agonismo:

«Purtroppo le piscine sono vecchie e non abbiamo olimpioniche al livello di Roma o Riccione dove vengono ospitati i campionati Italiani o altre manifestazioni – conclude Del Bianco -. Noi ci occupiamo dei giovani e portiamo avanti l’agonismo, ma purtroppo siamo rimasti solo noi a Milano. Tante società sono sparite o si sono spostate in provincia come ha fatto Nc Milano. Ci vuole una maggiore attenzione su tutti noi, altrimenti l’agonismo e il grande nuoto spariranno da Milano».

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *