Gianmarco Pajni sugli scudi, Argento agli Europei Open

La prima medaglia agli Europei Open è come il primo bacio: non si scorda mai.

«Sono felicissimo» commenta Gianmarco Pajni.

E non potrebbe essere altrimenti. Il 21enne di San Donato Milanese, nella competizione continentale di Fischlham, in Austria, ha ottenuto un argento in combinata con 2574,30 punti, disciplina che riunisce i risultati di salto, slalom e figure. Meglio ha fatto solo Adam Sedlmajer, oro della Repubblica Ceca in 2610,66 punti:

Gianmarco Pajni ha ottenuto l'argento in combinata (Photo credits Andrea Gilardi)
Gianmarco Pajni ha ottenuto l’argento in combinata (Photo credits Andrea Gilardi)

«Sono contento – prosegue – perché quest’anno non ero ancora riuscito ad ottenere una medaglia in combinata. La prima di settembre, infatti, invece di andare ai Mondiali Open di Parigi sono rimasto a casa allenarmi ulteriormente e così sono arrivato qui a Fischlham pronto. Dedico questo risultato ai miei tecnici Ricky Casilli e Claudio Benatti».

Il classe ’96 di San Donato ai Mondiali ed Europei di categoria aveva ottenuto anche un medaglia nelle figure, il suo cavallo di battaglia, rispettivamente bronzo ed argento, ma in Austria Gianmarco non è riuscito a salire sul podio in questa gara:

Gianmarco Pajni ai Mondiali under 21 ha ottenuto un bronzo (p.h. Andrea Gilardi)
Gianmarco Pajni ai Mondiali under 21 ha ottenuto un bronzo (p.h. Andrea Gilardi)

«E’ un vero peccato. In eliminatoria ero andato bene, ma in finale non sono riuscito a completare il passaggio perché sapevo che dovevo dare il massimo con tricks difficili per alzare il punteggio finale».

Oltre all’argento in combinata, il fuoriclasse di San Donato Milanese con l’Italia si è messo al collo un bronzo di squadra (7662,78): qui ha dominato la Bielorussa con 8453,37 punti davanti alla Francia (8383,08). Adesso il fuoriclasse meneghino si concentrerà sullo studio perché sta finendo il secondo anno di ingegneria dell’automazione al Politecnico di Milano:

Gianmarco Pajni in azione (Andrea Gilardi)
Gianmarco Pajni in azione (Andrea Gilardi)

«La stagione agonistica è finita e ora devo mettermi in pari con gli esami. Continuerò, comunque, ad allenarmi perché nel 2018 passerò di categoria e diventerò un open a tutti gli effetti».

Photo Credits: Andrea Gilardi

Pallanuoto, a Busto Arsizio lo spettacolo della Len Euro Cup

E’ l’ora della verità per Busto Arsizio. Inizierà mercoledì 27 settembre l’avventura nel primo girone di Len Euro Cup per la Bpm Sport Management che sarà padrona di casa alle Piscine Manara per il via stagionale della seconda coppa europea, una manifestazione che nella passata stagione si chiuse a livello di semifinale per il sette di mister Marco “Gu” Baldineti. Al via della competizione ci saranno, oltre ai mastini, anche i francesi del Montpellier e del Pays D’Aix Natation, i tedeschi dell’OSC Postdam, i croati dello Jadran Split, gli ungheresi dello FTC Budapest (squadra che nella scorsa stagione si era aggiudica la Len Euro Cup) e gli olandesi dello ZPC Amerstoort.

La squadra per la stagione 2017-18 (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)
La squadra per la stagione 2017-18 (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)

Proprio contro la formazione dei Paesi Bassi inizierà l’avventura della Sport Management che nel primo giorno di gara (27 settembre) sarà in vasca alle ore 20.30 per il match che vedrà Valentino Gallo e compagni. L’avventura di Len Euro Cup dei bustocchi proseguirà giovedì 28 settembre, quando i mastini saranno chiamati al doppio impegno: alle ore 12.30 la sfida contro i francesi del Pays D’Aix Natation mentre alle ore 20.30 la seconda gara giornaliera con il match contro i croati dello Jadran Split. Venerdì 29 settembre per la BPM Sport Management la sfida sarà quella delle ore 20.30 contro i tedeschi dell’OSC Postdam mentre il giorno successivo il match, sempre fissato alle ore 20.30, contro gli ungheresi dello FTC Budapest campioni in carica. Domenica 1 ottobre il gran finale, con le calottine bustocche che chiuderanno il girone di Len Euro Cup nella gara delle ore 12.30 contro i francesi del Montpellier.

Il tecnico Marco "Gu" Baldineti (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)
Il tecnico Marco “Gu” Baldineti (p.h. ufficio stampa Bpm Sport Management)

«Sicuramente sarà un primo girone di Len Euro Cup molto interessante – conclude il tecnico Marco Baldineti – anche perché arriveranno a Busto Arsizio tante squadre di grande qualità. Una delle più difficili da affrontare saranno gli ungheresi dello FTC Budapest perché sono i campioni in carica e perché durante l’estate hanno ulteriormente migliorato la squadra prendendo altri campioni e fin da ora si candidano a vincere il loro campionato nazionale. Per quello che riguarda il girone penso che oltre allo FTC Budapest dovremo fare attenzione anche ai croati dello Jadran Split e saranno loro le nostre principali rivali mentre penso che le altre partecipanti partiranno un gradino dietro. Il nostro obiettivo dovrà essere di passare il turno».

Photo Credits: ufficio stampa Bpm Sport Management.