De Tollis 1 (Casiraghi)

Festa Italia all’Europeo di Cable Wake dell’Idroscalo

Seguimi su Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutubeinstagram

SUGLI SCUDI I MENEGHINI DE TOLLIS E MARASSI

L’Italia ha conquistato l’Idroscalo di Milano: nell’impianto Wakeparadise, infatti, gli azzurri si sono laureati campioni d’Europa EAME (Europe, Africa and Middle East ndr) di cable wakeboard, una disciplina dove si può praticare il wakeboard in alternativa al traino con imbarcazione. Per gli azzurri si tratta della prima volta assoluta.

La nazionale italiana festeggia l'oro a squadre (p.h. Andrea Gilardi).
La nazionale italiana festeggia l’oro a squadre (p.h. Andrea Gilardi).

«Siamo veramente felici ed emozionati – commenta il ct Ludovico Vanoli -. La squadra è stata competitiva, ma anche il fatto di girare in casa ci ha dato una marcia in più: l’ambiente dell’Idroscalo ci ha caricato al punto giusto, senza darci troppe pressioni o ansie da prestazioni visto che eravamo in casa».

Decisive le sei medaglie, di cui cinque d’oro, conquistate dai ragazzi di Vanoli: di queste ben tre (due ori e un bronzo) portano la firma dei milanesi Riccardo De Tollis e Maurizio Marassi. Il primo è salito sul gradino più alto nella categoria junior men, mentre negli open men (la categoria più difficile della competizione) ha ottenuto un bronzo nella gara vinta dall’israeliano Guy Firer, mentre l’argento è andato al tedesco Max Milde.

Riccardo oro negli open men (p.h. Andrea Gilardi).
Riccardo oro negli open men (p.h. Andrea Gilardi).

«Sono al settimo cielo – commenta il 18enne meneghino – e dedico questi risultati a tutte le persone che mi sono state vicine».

Maurizio Marassi, invece, nella categoria wakeskate (una tavola senza attacchi ndr) maschile ha conquistato la medaglia d’oro battendo Maxime Giri, dalla Francia, e l’austriaco David Lang: Giovanni Arrigoni si è piazzato al quarto posto.

Maurizio oro nei (p.h. Andrea Gilardi).
Maurizio oro nel wakeskate (p.h. Andrea Gilardi).

«Sono molto contento di questo risultato e anche per me si tratta del primo oro – commenta il vice campione del mondo, che studia ingegneria al Politecnico -. Anche per la nazionale si tratta della prima vittoria e finalmente ce l’abbiamo fatta».

Gli azzurri sono arrivati primi davanti a Francia e Israele. Per l’Italia questo sarà un punto di partenza in vista dei prossimi Mondiali in Argentina, che si svolgeranno nel febbraio 2019.

Photo Credits immagine in evidenza: Enrico Casiraghi.

Condividi su Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Pubblicato da

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "Il Giorno", "Mi-Tomorrow" e "Il Giornale". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *