I canestri impossibili degli Harlem Globetrotters

SABATO 2 MARZO 2019 A MILANO

Acrobazie, schiacciate, evoluzioni e canestri impossibili. Sembra tanto eppure ancora non basta per spiegare ciò che sarà il più grande spettacolo di pallacanestro del mondo che tornerà a stregare Milano. Gli Harlem Globetrottersleggendari eroi del basket americano – torneranno ancora in Italia con una tournée internazionale di 5 memorabili show e per questo, dopo il successo dello scorso anno, saranno di scena ancora sotto la Madonnina sabato 2 marzo 2019 al Mediolanum Forum (inizio alle 19.30) con un nuovo, spettacolare show, ricco di novità e colpi di scena. Un evento imperdibile, pronto a conquistare grandi e piccoli al ritmo di una pallacanestro artistica che dal 1926 ad oggi ha entusiasmato più di 145 milioni di appassionati. Continua a leggere I canestri impossibili degli Harlem Globetrotters

«Harlem in Italia? Grazie a me»

SABATO 3 MARZO AL MEDIOLANUM FORUM LO SPETTACOLO

Da quattordici stagioni è la loro spalla destra in Italia, organizzando i tour sulla penisola, le partite e gli spostamenti. Conosce vita, morte e miracoli degli Harlem Globetrotters. Il milanese Enrico Ferrari, classe’66 e da sempre nel mondo della palla a spicchi nelle vesti da giocatore, arbitro, allenatore e da diversi anni anche dietro la scrivania come manager, dal 2005 gestisce qui da noi la squadra più artistica e spettacolare della pallacanestro mondiale.

Ferrari, com’è iniziata questa collaborazione?

Ferrari 3
«Nel 2005 erano ormai 20 anni che gli Harlem Globetrotters non veniva più in Italia: noi abbiamo deciso di scommetterci ancora. Il successo non era così scontato come si può pensare, perché oggi c’è una grande concorrenza tra tv ed internet che propongono la Nba e gli altri format che fanno la “guerra” agli show dal vivo. Per noi è stata una bella scommessa che abbiamo vinto».

Qual è la tappa italiana che da sempre riscuote maggiore successo?


«Milano sicuramente è una delle città dove c’è grande seguito: è una metropoli con un grande hinterland, ma anche Roma, Firenze, Torino e Bologna non sono da meno. Anche in città più piccole di provincia, come Padova, gli Harlem Globettroters portano sempre il tutto esaurito nel palazzetto. Lunedì sera, infatti, saremo a Livorno e a meno di una settimana stiamo continuando a vendere biglietti».

Che giocatori potremo ammirare a Milano?


«Ci saranno ruoli diversi, qualità differenti, ma stesso incredibile talento per tutti. Tra le star più attese ci sarà Dragon Taylor, divenuto celebre in tutto il mondo per le sue schiacciate acrobatiche. Sarà dello show anche Hi-Lite, un veterano della squadra, ma anche un formidabile giocatore che nel draft NBA del 1994 è stato scelto addirittura dai Chicago Bulls. Anche Cheese ha un curriculum di tutto rispetto perché insieme al suo compagno di squadra Ant è riuscito a battere il record di maggior numero di triple realizzate in un minuto da una coppia detenuto da Kevint Durant e Dirk Novitzki».

Tutto Qui?

«Direi di no. Anche perché gli spettatori del Forum saranno stupiti di vedere la prima partecipazione in Italia di un playmaker alto poco più di un metro: Jahmani ‘Hot Shot’ Swanson, soprannominato il ‘mini Michael Jordan’; con i suoi 135 cm è divenuto il giocatore più basso ad aver indossato la storica divisa dei Globetrotters. Il suo debutto italiano sarà proprio sul parquet del Forum».

Vent’anni fa lei ha anche allenato la juniores dell’Olimpia Milano, vincendo anche il titolo italiano di categoria. Come vede quest’anno la squadra?


«Ormai sono più di 15 anni che non alleno più a grandi livelli, e non sono più dentro quell’ambiente, ma da quello che si può vedere dall’esterno sembra di assistere ad un mistero: in questi anni Milano ha fatto grandi investimenti, ma i risultati tardano ad arrivare nonostante in panchina ci siano stati grandi allenatori».

Un nome?

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 1 marzo 2018
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 1 marzo 2018

«Penso a Sergio Scariolo, di cui nella stagione 1993-94 sono stato suo assistente a Desio. Spero che l’Olimpia si possa riprendere presto, togliendosi così numerose soddisfazioni».

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.

L’articolo uscito su Il Giornale.

Photo Credits: ufficio stampa Harlem Globetrotters Italia.

Gli Harlem Globetrotters tornano a Milano

Acrobazie, schiacciate, evoluzioni e canestri impossibili. Sembra tanto eppure ancora non basta per spiegare ciò che sarà il più grande spettacolo di pallacanestro del mondo. Gli Harlem Globetrotters tornano a stregare Milano, il prossimo 3 marzo al Mediolanum Forum d’Assago, con la prima data del loro tour italiano che comprende anche Roma, Livorno e Torino. I celebri giocolieri del basket mondiale sono pronti a conquistare grandi e piccoli con uno show ricco di novità, un evento imperdibile al ritmo di una pallacanestro artistica che dal 1926 ad oggi ha entusiasmato milioni di persone facendo 60 volte il giro del pianeta con oltre 25mila partite disputate in oltre 150 paesi del globo e intrattenendo più di 144 milioni di tifosi.

Gli Harlem Globetrotters
Gli Harlem Globetrotters hanno disputato oltre 25 mila partite (p.h. ufficio stampa).

Hanno fatto parte anche autentiche leggende della Nba come “Magic” Johnson e Wilt Chamberlain. Gli Harlem Globetrotters (letteralmente i “giramondo di Harlem“, il quartiere afro-americano di New York) sono la squadra di pallacanestro “spettacolo” più famosa del mondo e tuttora resistono anche dopo l’esplosione della Nba negli anni’80. Da parte loro, infatti, continuano a riempire i palazzetti di ogni città come se non esistesse nessun LeBron James o nessun Kobe Bryant. Nata nel 1926 da un’idea del promoter Abe Saperstein, quando i giocatori di colore non erano accettati nelle squadre della Lega professionistica statunitense, la franchigia dei Globes ha modificato col passare degli anni il proprio stile di gioco fino alla forma più circense e spettacolare del basket che la contraddistingue oggi.

Gli Harlem Globetrotters sono nati nel 1926 (p.h. ufficio stampa)
Gli Harlem Globetrotters sono nati nel 1926 (p.h. ufficio stampa)

Promotori della pace e della fratellanza nel mondo, nonché sostenitori dei diritti umani, i Globe hanno infatti sempre considerato l’impegno sociale una priorità della loro missione, stemperando più volte tensioni politiche e addirittura militari di carattere internazionale con la loro semplice opera di bene. L’Italia, infatti, è sempre stata una delle loro mete preferite e finora sono state 45 le città toccate dai funamboli a stelle e strisce e in ognuna di esse questi atleti hanno lasciato ricordi indelebili tra gli appassionati e gli spettatori dei loro show. Non resta che attendere il nuovo anno. I biglietti dello show sono in vendita sul circuito TicketOne (www.ticketone.it). Numero di telefono ufficio gruppi e info tickets tel. 366.1961503.

L'articolo uscito su Mi-Tomorrow del 18 dicembre 2017
L’articolo uscito su Mi-Tomorrow del 18 dicembre 2017

Photo Credits: Ufficio stampa Harlem Globetrotters Italia.

L’articolo uscito su Mi-Tomorrow.