Festa Italia all’Europeo di Cable Wake dell’Idroscalo

SUGLI SCUDI I MENEGHINI DE TOLLIS E MARASSI

L’Italia ha conquistato l’Idroscalo di Milano: nell’impianto Wakeparadise, infatti, gli azzurri si sono laureati campioni d’Europa EAME (Europe, Africa and Middle East ndr) di cable wakeboard, una disciplina dove si può praticare il wakeboard in alternativa al traino con imbarcazione. Per gli azzurri si tratta della prima volta assoluta.

La nazionale italiana festeggia l'oro a squadre (p.h. Andrea Gilardi).
La nazionale italiana festeggia l’oro a squadre (p.h. Andrea Gilardi).

«Siamo veramente felici ed emozionati – commenta il ct Ludovico Vanoli -. La squadra è stata competitiva, ma anche il fatto di girare in casa ci ha dato una marcia in più: l’ambiente dell’Idroscalo ci ha caricato al punto giusto, senza darci troppe pressioni o ansie da prestazioni visto che eravamo in casa».

Decisive le sei medaglie, di cui cinque d’oro, conquistate dai ragazzi di Vanoli: di queste ben tre (due ori e un bronzo) portano la firma dei milanesi Riccardo De Tollis e Maurizio Marassi. Il primo è salito sul gradino più alto nella categoria junior men, mentre negli open men (la categoria più difficile della competizione) ha ottenuto un bronzo nella gara vinta dall’israeliano Guy Firer, mentre l’argento è andato al tedesco Max Milde.

Riccardo oro negli open men (p.h. Andrea Gilardi).
Riccardo oro negli open men (p.h. Andrea Gilardi).

«Sono al settimo cielo – commenta il 18enne meneghino – e dedico questi risultati a tutte le persone che mi sono state vicine».

Maurizio Marassi, invece, nella categoria wakeskate (una tavola senza attacchi ndr) maschile ha conquistato la medaglia d’oro battendo Maxime Giri, dalla Francia, e l’austriaco David Lang: Giovanni Arrigoni si è piazzato al quarto posto.

Maurizio oro nei (p.h. Andrea Gilardi).
Maurizio oro nel wakeskate (p.h. Andrea Gilardi).

«Sono molto contento di questo risultato e anche per me si tratta del primo oro – commenta il vice campione del mondo, che studia ingegneria al Politecnico -. Anche per la nazionale si tratta della prima vittoria e finalmente ce l’abbiamo fatta».

Gli azzurri sono arrivati primi davanti a Francia e Israele. Per l’Italia questo sarà un punto di partenza in vista dei prossimi Mondiali in Argentina, che si svolgeranno nel febbraio 2019.

Photo Credits immagine in evidenza: Enrico Casiraghi.

Europei di Wakeboard, Domina l’ItalComo a Rieti

CAIMI BRONZO NEGLI OPEN E MOLINARI ORO NELLE JUNIOR. 

Un’onda azzurra ha conquistato Rieti: ai campionati Europei di wakeboard, che si sono svolti a Borgo San Pietro, l’Italia ha vinto la rassegna continentale grazie a 565 punti, davanti alla Russia (490) e Svizzera (445). Risultato prestigioso, arrivato anche grazie alle quattro medaglie (sulle sei totali degli azzurri) conquistate dai fuoriclasse lariani. Nella categoria “pro men”, la più difficile della competizione, il canturino Nicolò Caimi è arrivato terzo con 57,22 punti: primo posto per il russo Khudnitskiy (62,67) e secondo l’israeliano Firer (62,22).

Il podio Open degli Europei (p.h. pagina Facebook IWWF)
Il podio Open degli Europei (p.h. Andrea Gilardi per IWWF)

«Sono molto felice – ha commentato il classe’96 – perché è sempre bello andare a podio: finalmente, al mio quarto europeo negli open, ho ottenuto la medaglia. La finale è stata molto combattuta, e difficile, perché prima della gara c’è stato un temporale e non è stato semplice girare sull’acqua».

Il fuoriclasse comasco – oro europeo nel 2012 nei boys – inoltre a Borgo San Pietro ha vinto la super final (gara cash prize) dell’European Wakeboard Pro Tour con 72,56 punti davanti al russo Martyanov (71,89) e l’israeliano Firer (71,12):

La vittoria del Pro Tour (p.h. pagina facebook IWWF)
La vittoria del Pro Tour (p.h. Andrea Gilardi per IWWF)

«E’ stata una delle finali più emozionanti a cui ho partecipato».

Negli under 14 boys bronzo per il lecchese Igor Colombo con 63, 45 punti. Nella categoria “junior women” dominio del Lago di Como: sugli scudi è salita la fuoriclasse di Lezzeno Julia Molinari (34,78 punti), mentre Alise Piana, di Lecco, è arrivata seconda con 34,22 lunghezze.

L'articolo uscito sullo sport del "Il Giorno" (QS) l'8 agosto 2018
L’articolo uscito sullo sport del “Il Giorno” (QS) l’8 agosto 2018

«Siamo felicissimi per questi risultati – ha concluso il ct canturino Buby Caimi -. Gli allenamenti e il duro lavoro ha ripagato. Adesso ci godiamo questo momento e inizieremo a lavorare per la prossima stagione dove ci saranno l’Europeo e il Mondiale. Spero che recupereremo anche i lariani infortunati come Massimiliano Piffaretti e Giorgia Gregorio, che dopo i rispettivi interventi, sono sotto con la riabilitazione».

Photo Credits immagine in evidenza: Andrea Gilardi.

European Wakeboard Tour Continua il dominio del Lario

SUGLI SCUDI NICOLO’ CAIMI E LE GEMELLE VIRAG 

Non si ferma più Nicolò Caimi: dopo l’argento ottenuto a Montargil, nella prima tappa dell’European Wakeboard Pro Tour, il fuoriclasse lariano si è ripetuto ancora a Toutainville. Nel fine settimana in Francia il 22enne di Cantù è stato ancora d’argento nel secondo appuntamento del tour europeo (sono tre in totale, mentre la super final si svolgerà durante gli Europei di Rieti). Nicolò ha ottenuto la seconda piazza con 67.89 punti: vittoria per il padrone di casa Maxime Roux con 79.00 punti, mentre bronzo per l’irlandese Paul Johnston con 58.67 punti:

Nicolò Caimi argento a Tou
Nicolò Caimi argento a Toutainville (p.h. IWWF).

«Ho iniziato molto bene la gara – ricorda l’oro europeo 2011 -, e potevo anche ambire al primo posto: purtroppo durante la prima manche, mentre stavo facendo la mia run, sono caduto e lì mi sono giocato la possibilità di ambire all’oro. Un vero peccato ma quest’esperienza mi servirà, comunque, perché a fine mese avremo i Campionati Europei a Rieti».

Nelle Pro Women la milanese Alice Virag ha bissato l’oro portoghese, vincendo con 62.22 punti, mentre terza è arrivata la gemella Chiara con 48.22 punti (le due gemelle si allenano sul Lago di Como sotto l’egida di Piero Gregorio). Infine quarto posto (35.78) per la lecchese Alise Piana.

Il ct Buby Caimi è ottimista (p.h. profilo personale fb)
Il ct Buby Caimi è ottimista (p.h. profilo personale fb)

«I ragazzi, in questa trasferta francese, sono stati molto bravi e hanno girato bene con le loro run, dove hanno sfoggiato ottimi tricks (figure ndr) – sottolinea il ct Buby Caimi -. Adesso dobbiamo ultimare la preparazione in vista del rush finale».

Da venerdì 20 luglio la nazionale sarà in ritiro a Rieti (Lazio) al Lago del Salto dove si svolgerà la competizione continentale. L’obiettivo per gli azzurri sarà di confermare l’oro a squadre, nonostante mancheranno i fuoriclasse Giorgia Gregorio e Massimiliano Piffaretti.

L'articolo uscito sullo sport del "Il Giorno" (QS) del 19 luglio 2018
L’articolo uscito sullo sport del “Il Giorno” (QS) del 19 luglio 2018

Photo Credits immagine in evidenza: Andrea Gilardi.