Sport e Acrobazie: il Wakeboard vola in Darsena

Sabato 4 settembre Wake The City alla Darsena di Milano
Seguimi su Facebooktwitterlinkedinyoutubeinstagram

Motori, musica, acrobazie, velocità, adrenalina e tanto divertimento. Sembra tanto eppure ancora non basta per spiegare ciò che sarà Wake the City. L’evento, che si svolgerà sabato 4 settembre, promette di regalare incredibili emozioni nel cuore di Milano. La Darsena, una delle location più iconiche della città, verrà infatti trasformata in un’arena per il wakeboard. Nel bacino milanese – attraverso un impianto simile allo skilift – gli atleti saranno trainato sull’acqua da un bilancino, senza bisogna di una barca, e con le loro acrobazie chiamate trick dovranno superare gli “ostacoli” situati in Darsena. «Una volta che inizi, non smetti più…» assicura Massimiliano Piffaretti, campione del mondo comasco di wakeboard nel 2015 a Cancun.

«A primo impatto può sembrare difficile iniziare: la partenza, stare in equilibrio sulla tavola, tenere il bilancino in mano – prosegue il classe’95 di Sala Comacina, nominato “Rider of the Year” nel 2019 dalla prestigiosa Alliance Wake -, ma non è così. Appena si imparano le basi, il resto viene quasi naturale, istintivo».

Il wakeboard, praticato inizialmente negli Stati Uniti, è ormai un fenomeno mondiale estremamente accessibile e rappresenta il mix perfetto tra spettacolarità e agonismo. Simile allo snowboard da neve, si pratica sull’acqua su una tavola più lunga rispetto ai comuni sci da figure, in modo da poter raggiungere notevoli elevazioni e salti mortali. La sua rapida espansione e popolarità lo rende, in Italia, dopo le Classiche (come lo slalom o il salto), la disciplina più praticata.

«Io ho iniziato sul Lago di Como quando ero piccolo, ma adesso al Wakeparadise all’Idroscalo, ma anche in tanti altri posti, è diventato accessibile per tutti» assicura Piffaretti.

Per rendere indimenticabile l’evento, nel cuore di Milano sono stati radunati alcuni dei rider più forti al mondo. «Ci saranno dei campioni mondiali – commenta felice -. Da anni vivo in Florida, negli Stati Uniti, e sono contento che un evento così importante finalmente arrivi in Italia».

Sarà una gara speciale con un format mai visto prima: i rider si sfideranno non individualmente, ma a coppie, quindi la giuria dovrà giudicare, oltre alla qualità dell’esecuzione dei trick, anche la capacità di muoversi in sincronia con il compagno di squadra.

«La sfida sarà basata sulla creatività e il feeling con il proprio partner. Io affronterò la gara insieme all’americano Josh Harris. Non siamo obbligati a fare le stesse figure, acrobazie: dovremo solo stupire chi ci guarda».

Saranno presenti 12 coppie maschili e 8 femminili, con atleti provenienti non solo dall’Italia, ma anche da Europa, Stati Uniti e Sudamerica. Oltre al già citato comasco Piffaretti, si sfideranno in Darsena atleti del calibro di: Pedro Caldas (Bra), Jules Charraud (Fra), Felix Georgii (Ger), Dominik Guhrs (Ger) e Dominik Hernel (AUT). Gli atleti compiranno le loro evoluzioni attraversando le strutture fornite da Wakeparadise Milano e posizionate direttamente all’interno della Darsena. Il programma inizierà alle 12 per protrarsi fino alle 20: la linea di partenza e di arrivo sarà presso il ponte pedonale Alexander Langer che congiunge le due sponde del Naviglio. Sul lato di via D’Annunzio ci saranno sedute per ospitare circa 1000 spettatori, che potranno godersi le evoluzioni dei fuoriclasse del wakeboard (in conformità alle norme anti Covid-19).

L’articolo uscito su La Repubblica Milano

Photo Credit’s immagine in evidenza: Ufficio Stampa Red Bull

Condividi su Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

lorenzo

Toscano di origine e milanese d'adozione, scopre il giornalismo sportivo nel 2012 e dal novembre 2014 è giornalista pubblicista. Laureato in giurisprudenza, specializzato in ambito sportivo, amante del mondo acquatico e istruttore di nuoto, collabora per testate come "La Repubblica", "Mi-Tomorrow" e "Il Giorno". Da sempre è appassionato degli sport cosiddetti minori quali nuoto, pallanuoto, sci nautico e altri. http://www.lorenzopardini.it è una sfida per portare alla ribalta gli "Altri Sport", sport poco seguiti dai media tradizionali e con scarso ritorno economico, ma in realtà bellissimi e ricchi di vitalità. @LorenzPardini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *